Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Promozione: la parola ai vincitori, intervista a Christian Vico, allenatore dei Brown Sugar Fabriano

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/15-06-2017/promozione-la-parola-ai-vincitori-intervista-a-christian-vico-allenatore-dei-brown-sugar-fabriano-270.jpg

Social

Con la vittoria in gara 3 di finale i Brown Sugar Fabriano non solo hanno conquistato la promozione in Serie D Regionale, ma hanno anche messo fine all'incredibile striscia di vittorie del New Basket Jesi, vincitore delle finali playoff degli ultimi sei anni. I fabrianesi dopo aver vinto la regular season hanno eliminato nei playoff la Futura Osimo, la Don Leone Ricci Chiaravalle ed appunto il New Basket Jesi. Abbiamo analizzato il cammino dei Brown Sugar con il loro allenatore Christian Vico, che ha ripercorso con noi tutte le tappe della grande stagione della sua squadra.

- Ciao Christian, a due settimane dalla vittoria contro il New Basket Jesi in gara 3 della finale playoff quali sono le tue emozioni e le tue sensazioni?
"E' stato un momento molto bello ed emozionante. Dopo aver vinto la regular season, abbiamo disputato un grande playoff, vincendo la finale contro una grandissima squadra, che aveva vinto il campionato negli ultimi sei anni. Credo che questa promozione sia stato il giusto premio per quanto abbiamo fatto durante tutta la stagione. Il nostro è un gruppo di amici, una grande famiglia che si trova a meraviglia sia dentro che fuori dal campo. Vincere il campionato insieme a degli amici ha un sapore ancora più speciale."

- Sono arrivate in finale sei squadre del Girone C. Credi davvero che il vostro raggrupamento fosse il più difficile ed equilibrato?
"Sicuramente il nostro girone è stato molto competitivo ed equilibrato, nel quale si poteva vincere e perdere contro chiunque. Durante la regular season abbiamo conquistato molte vittorie sofferte e con margini ridotti. Nei playoff è venuto fuori il valore delle squadre del nostro girone, e questo ha dato ancora più valore a quanto abbiamo fatto."

- Quando ti sei reso conto che avreste potuto davvero provare a vincere il campionato?
"Non vorrei passare per presuntuoso, ma non ho mai avuto dubbi sulle nostre possibilità perchè conoscevo il valore tecnico e lo spessore umano dei giocatori della squadra. Sapevo cosa ognuno di loro poteva dare ed ero convinto che saremmo stati competitivi fino alla fine, anche perchè in estate abbiamo migliorato il gruppo dello scorso anno che era arrivato in finale, cambiando sei giocatori. La prima conferma sulle qualità di questo gruppo comunque l'ho avuta alla quarta giornata del girone di andata, quando subimmo la prima sconfitta stagionale a Falconara: in quella partita nonostante fossimo andati sotto di 15 punti, i ragazzi non hanno mai mollato rischiando anche di recuperare e vincere quella partita. Quella sera ho avuto le prime sensazioni che potessimo davvero essere competitivi."

- Ed invece qual'è stato il momento più difficile della stagione?
"Sinceramente non abbiamo mai avuto momenti particolarmente difficili, anche perchè ad ogni sconfitta siamo stati sempre in grado di reagire e tornare prontamente alla vittoria. Ad ogni passo falso è seguita sempre una prova d'orgoglio, che ci ha permesso di dare continuità al nostro cammino."

- Il prossimo anno vi aspetta il campionato di Serie D, la domanda è d'obbligo: vi iscriverete o rinuncerete?
"Noi ci iscriveremo sicuramente alla Serie D, siamo la seconda squadra di Fabriano ed intendiamo onorare il prossimo campionato nel migliore dei modi, tanto che ci siamo già messi al lavoro. Intendiamo riconfermare lo stesso gruppo che ha vinto il campionato, anche se sappiamo già che perderemo per motivi lavorativi sia Cafasso che Luca Bugionovo. Non sarà affatto facile sostituirli e ci mancheranno molto. Stiamo cercando di convincere a rimanere con noi anche Paolo Silvi, che è un punto di riferimento imprescinibile per tutto il gruppo."

- Per concludere a chi ti senti di dedicare questa vittoria?
"Innanzi tutto la voglio dedicare a tutti i ragazzi ed a tutta la società. Sono un allenatore molto esigente e tutti mi hanno sempre dato la loro massima disponibilità. In particolare però voglio fare una dedica speciale a Cafasso e Bugionovo che il prossimo anno ci lasceranno e non potranno godersi i frutti di questa stagione esaltante."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: