Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C Silver: l'anno zero del basket anconetano, tante novità in casa Il Campetto Ancona

Il diritto conquistato sul campo di partecipare al campionato C Gold nella prossima stagione è stato vanificato dal numero di squadre marchigiane, umbre e laziali che hanno effettuato la pre-iscrizione. Un numero troppo esiguo, secondo la federazione, per poter dar vita al campionato. Si ritorna dunque ad un campionato a due fasi: una prima fase regionale ed un’altra nazionale per l’accesso alla serie B.
Poco cambia in termini sostanziali e di obiettivi: Il Campetto intende proseguire nel suo percorso di crescita e sviluppo con obiettivi rinnovati e con la chiara ambizione sin da quest’anno di allestire una squadra competitiva che possa riportare il basket anconetano alle posizioni che merita in termini di standing nazionale.

Le 1500 persone presenti ai derby disputati con la Stamura la scorsa stagione hanno dimostrato la grande fame di basket che attraversa gli appassionati di sport della nostra città. Da questo punto di vista abbiamo anche visto definitivamente affermarsi la struttura, l’organizzazione e gli eccellenti risultati del Cab Stamura e del suo splendido settore giovanile capace di raggiungere con tre squadre distinte le fasi nazionali scudetto.
Proprio per poter sfruttare al meglio questo bacino abbiamo avviato con alcuni ex dirigenti della Stamura Basket un confronto con il chiaro obiettivo di unire energie, idee e risorse di elevato profilo per poter procedere alla presenza nel prossimo campionato di un’unica squadra rappresentativa della Città di Ancona al massimo livello possibile, razionalizzando la macchina organizzativa e dando finalmente ai nostri sponsor la partnership che meritano. Il Palarossini diventerà la casa unitaria del basket anconetano.

E così sarà. Un nuovo consiglio direttivo è andato formandosi, così come un nuovo organigramma in grado di dar forza al progetto. Da prossimi giorni procederemo attraverso tutti i canali comunicativi a delineare la nuova governance, a presentare gli sponsor e i progetti di marketing connessi. La squadra e lo staff tecnico rappresenteranno quanto di meglio il basket di Ancona può esprimere, con il dichiarato intento di dimostrare la centralità, nel nuovo progetto sportivo, dei talenti della nostra città.

Il dialogo avviato da tempo con il CAB Stamura è e sarà per noi centrale in termini di budget e proposta progettuale, consapevole che senza una relazione forte e continuativa con uno dei più importanti settori giovanili italiani, il futuro del basket anconetano sarà sempre vincolato e fragile. Vogliamo diventare presto per i giovani stamurini una solida e prestigiosa vetrina agonistica con la quale specchiarsi e crescere.
In una città che spesso ha vissuto progetti divisivi e campanilistici, forse per la prima volta si uniscono davvero le forze per crescere con solide basi e comunione di obiettivi.

Ufficio Stampa Il Campetto Ancona

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: