Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C Silver: il DS Piersilverio Montanari traccia un primo bilancio della preparazione de Il Campetto Ancona

Mentre la squadra suda in campo uno dei suoi creatori si gode la crescita del gruppo che giorno dopo giorno sta diventando squadra.
"E' un piacere vedere in campo tutto questo - dice il DS bianconeroverde Piersilverio Montanari - dopo un estate molto impegnativa". Scherza "Piersi" ma c'è sicuramente un fondo di verità nelle parole di uno dei fautori del nuovo e ambizioso progetto che coinvolge quella che è ormai la maggiore realtà cestistica anconetana.
"Abbiamo lavorato sodo in questi mesi perchè tutto questo potesse realizzarsi - dice Montanari - tanti incontri e anche qualche difficoltà che fortunatamente abbiamo appianato grazie alla volontà e al buon senso di tutti."

- Da tre settimane la squadra si sta allenando e ci sono state anche due amichevoli. Possiamo trarre un primissimo bilancio da questo inizio di preparazione?
"Alle due amichevoli non assegno grande peso. Contro Pesaro avevamo svolto i test atletici al mattino e siamo scesi in campo davvero con le gambe pesantissime anche se qualcosa di buono abbiamo visto. Al contrario contro Fabriano sono stati i nostri avversari ad essere in evidente calo fisico dovuto ai carichi di lavoro svolti. Anche li comunque si sono viste cose egregie. Il gruppo quotidianamente sta lavorando molto bene, tutti si stanno sacrificando al massimo e devo sottolineare anche l'apporto degli Under aggregati dal CAB Stamura davvero molto positivo. Andiamo avanti così proseguendo il programma del nostro staff."

- Hai citato lo staff. La sensazione è che siamo davvero difronte a un equipe di tecnici da far invidia a categorie superiori.
"Abbiamo due allenatori che lo scorso anno erano a capo delle due squadre di Ancona. Marsigliani ha esperienza trabordante e Del Pesce è uno dei giovani tecnici più interessanti e non solo a livello regionale. A loro si uniscono poi una Caio Scabini che ha la pallacanestro nel sangue e esperienze di spogliatoio senza eguali, e Vincenzo Mele la cui passione e la voglia di stare in palestra non sono seconde a nessuno. Con loro poi ci sono ben due preparatori atletici come Rossi ed Evangelisti, preparatissimi e davvero molto bravi. Ovvio che alla luce di questo non possiamo altro che dire che il nostro staff da valore aggiunto alla squadra."

- Una squadra alla quale sembra non mancare davvero niente.
"Abbiamo costruito un telaio che possa competere per i vertici del campionato. Il nostro roster è completo, in possesso di centimetri, fisicità, esperienza e anche freschezza dei giovani. Ingredienti che speriamo bastino per competere con le altre favorite del campionato."

L'unico neo dell'estate è forse il "caso-Nedwick". La firma con la guardia americana e poi i problemi fisici che hanno costretto il dietrofront.

"Con Nick c'eravamo accordati, era tutto fatto ma poi le condizioni della sua caviglia non ci facevano stare tranquilli. Pur distanti, noi qui e lui negli Stati Uniti, ci siamo sentiti costantemente e analizzato i referti medici che ci aveva mandato. Consensualmente abbiamo preferito non rischiare. Avremmo avuto un giocatore che non sarebbe stato fisicamente integro e non potevamo permettercelo. Non ci siamo certo fatti prendere dallo scoramento e abbiamo immediatamente firmato Segio Maddaloni, che stavamo parallelamente seguendo da tempo. Siamo molto soddisfatti della scelta di un giocatore come lui che aggiunge incredibile dose di esperienza al nostro organico e che con la Serie C forse a poco a che fare."

Gli obbiettivi di questa stagione sono quindi orientati alla vittoria?
"Partiamo per un'annata dove vogliamo stare con le migliori. Proviamo a dare il massimo e vedremo a maggio dove saremo. Certo è che l'obbiettivo della Società è ambizioso e soprattutto molto serio senza voli pindarici e senza promesse che servono solo a riempire la bocca in estate. Le sinergie e collaborazioni che abbiamo improntato in questi mesi giustificano le nostre speranze. Un altra priorità è quella di far innamorare il maggior numero di tifosi possibile alla nostra squadra. Ne abbiamo le possibilità, ci crediamo e credo che possiamo riuscirci davvero."

Domani sera (ore 18.30) la squadra scenderà in campo al PalaRisorgimento di Civitanova nel terzo incontro amichevole della sua preseason. Si gioca ancora contro una squadra di Serie B e ancora con una neopromossa come quella della di coach Rossi Raffaele. Sarà però una squadra in maschera quella dorica viste le assenze annunciate di capitan Giachi e di Fabio Ruini, entrambi bloccati ad Ancona da impegni personali. Coach Marsigliani farà però le prove magari confidando maggiormente nei giovani che lo hanno piacevolmente sorpreso in queste prime settimane di palestra.

Ufficio Stampa Il Campetto Ancona

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: