Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C Silver: coach Gabriele Marini ci guida alla scoperta della rinnovata Robur Osimo

Prosegue la preparazione precampionato della Robur Osimo che dopo un'anno sabbatico torna protagonista nel massimo campionato regionale di Serie C Silver. E lo fa con una squadra nuova solo sulla carta, visto che è composta da ragazzi che hanno condiviso moltissime stagioni insieme e che incarnano alla perfezione l'anima osimana della Robur. Sicuramente nuova è la guida tecnica della squadra che è stata affidata ad un allenatore al'esordio assoluto in un campionato senior, Gabriele Marini. Con lui proviamo a tracciare un bilancio dopo tre settimane di lavoro e cerchiamo di conoscere meglio i segreti di questa rinnovata realtà.

- Allora Gabriele come sono andate queste prime tre settimane di lavoro? Sei soddisfatto?

"Direi che tuto sta procedendo molto bene. Sono molto soddisfatto di come stiamo lavorando e di come stanno rispondendo i ragazzi. L'unico problema è rappresentato dallo stato di salute di Bini che lamenta sempre dei problemi alla caviglia, eredità di un infortunio patito alla fine della scorsa stagione. Il gruppo è davvero molto carico e motivato, e posso dire cha ha già raggiunto un ottimo grado di unione e compattezza. In questo sicuramente siamo stati facilitati dal fatto che tuti si conoscono da tantissimo tempo ed hanno giocato molti anni insieme fin dalle giovanili. La cosa che più mi fa stare tranquillo è che questa squadra ha delle doti umane davvero importanti, ed il fatto di incarnare alla perfezione la tradizione cestistica osimana fa dare a tutti i ragazzi qualcosa in più per la maglia della loro città."

- Quali amichevoli avete in programma in queste tre settimane che vi separano dall'inizio del campionato?
"Sabato 9 (oggi pomeriggio) giocheremo a Recanati contro la squadra di coach Giorgi, poi affronteremo il Taurus Jesi, Falconara e il 23 dovremmo chiudere il nostro precampionato contro Pedaso, anche se quest'ultimo appuntamento è ancora da confermare."

- E' la tua prima esperienza da capo allenatore. Che aspettative hai per questa stagione?

"Il mio desiderio più grande è quello di mettermi alla prova con un campionato senior e competitivo come quello della Serie C. Per me è un grande banco di prova e una grande opportunità che desidero sfruttare nel migliore dei modi. Sono molto motivato e carico per questa nuova avventura."

- Sei stato sorpreso della chiamata arrivata dalla società osimana?
"In realtà non sono stato del tutto sorpreso. Già due anni fa in occasione dell'ultimo campionato disputato dalla Robur prima dell'anno di pausa, c'erano stati degli approcci con  la dirigenza roburina, la uqale mi aveva detto che sarei stato uno dei candidati qualora avessero deciso di partecipare di nuovo ad un campionato senior. Quando è arrivaat la loro chiamata non ho avuto alcun dubbio nell'accettare subito la loro proposta."

- Osimo è sicuramente una delle piazze che più vive di basket nella nostra regione. Quali sono i vostri obiettivi per la stagione che sta per iniziare?

"Ad Osimo il basket è una cosa seria. La città ha grandi tradizioni in questo sport ed ha ottenuto sempre grandi risultati. Quella osimana è una piazza molto esigente e competente pronta ad accendersi subito se la squadra dovesse ottenere buoni risultati. Il nostro primo obiettivo è quello di ricreare l'entusiasmo e l'attenzione intorno alla Robur, ed è per questo motivo per abbiamo deciso di creare un gruppo con una chiara e profonda impronta osimana. Un'altro obiettivo è quello di dare ampio spazio a tutti i giovani cha fanno parte della squadra, nei quali ripongo la massima fiducia, di far giocare a loro minuti veri e di farli crescere. Noi vogliamo fare bene e lavoreremo con entusiasmo e dedizione per disputare un buon campionato."

- Chiudiamo questa intervista con una panoramica sul vostre avversarie e sul campionato che inizierà tra tre settimane.
"Sarà un campionato sicuramente difficile e competitivo. Il Campetto Ancona è la chiara favorità del campionato e subito dietro vedo molto bene il Pisaurum Pesaro, il Fossombrone, allenata da quello che reputo il miglior allenatore del campionato, e la Sutor Montegranaro. Poi ci sono diverse squadre, come Matelica e Pedaso, che possono fare bene e lottare per conquistare i playoff."

Roster Robur Osimo 2017/2018: Daniele Carletti (play), Michele Domesi (guardia), Alessandro Bini (ala piccola), Giacomo Cardellini (ala grande), Giacomo David (centro), Francesco Conti (ala grande), Andrea Mazzieri (centro), Nicolas Breccia (play), Lorenzo Renna (guardia), Luca Loretani (ala piccola), Francesco Pierucci (ala grande), Gabriele Rasicci (guardia).

Staff tecnico
: All. Gabriele Marini, Vice all. Massimo Balercia, Ass.all Leonardo Castracani

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: