Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C Silver: coach Giordani (Fossombrone) "Vogliamo fare bene, sarà un campionato difficile"

Dopo la sofferta stagione scorsa, il Nuovo Basket Fossombrone si presenta ai nastri di partenza di questa nuova stagione con rinnovate ambizioni ed un roster notevolmente rinforzato dagli acquisti perfezionati in estate. Gli arrivi di Federico e Luca Savelli, Riccardo Ravaioli ed Eugenio Cecchini hanno fatto della società biancoverde una delle protagoniste del mercato estive, candidando la società del Presidente Matteo Gelsomini a ruolo di sicura protagonista del prossimo torneo. A due settimane dall'esordio previsto sul campo della neopromossa Castelfidardo, è coach Gabriele Giordani a fare il punto sulla preparazione e sulle ambizioni della propria squadra.

- Allora coach in estate avete costruito una squadra sicuramente competitiva, sei soddisfatto del gruppo a tua disposizione?
"Sono molto contento di quanto siamo riusciti a fare, e ci tengo a ringraziare la società e gli sponsor per quanto hanno fatto per accontentarmi il più possibile. Probabilmente ci manca un numero 5 "vero", ma non abbiamo trovato la giusta occasione ed abbiamo preferito rimanere così. LA squadra è comunque completa in ogni ruolo e pronta a giocarsi giornata dopo giornata le proprie carte."

- Quale credi che possa essere il vostro obiettivo?
"Il nostro obiettivo è quello di entrare nelle prime quattro, ci attende un campionato difficile ed equilibrato, ma credo che possiamo puntare a conquistare una posizione nelle zone alte della classifica."

- Quali sono le squadre meglio attrezzate che pensi saranno protagoniste nella stagione che sta per iniziare?

"Il Campetto Ancona è la squadra meglio attrezzata e sarà sicuramente la squadra da battere. Dietro la formazione di coach Marsigliani però vedo un gruppo di squadre, almeno nove o dieci, che possono tranquillamente giocarsi le posizioni che vanno dalla seconda alla decima, e quindi l'accesso ai playoff. Tra queste sicuramente troveremo la Sutor Montegranaro, che ha costruito davvero una buona squadra, il Pisaurum, Pedaso, Osimo, Matelica e Falconara. Insomma ci aspetta un torneo davvero incerto e combattuto."

- Rispetto alla scorsa stagione credi che il livello tecnico sia più alto?
"Io credo che il prossimo campionato sarà più combattuto ed equilibrato. Il livello medio delle squadre è sicuramente più alto rispetto alla passata stagione. Sulla carta ci sono tante buone squadre, e dovremo essere pronti a scendere in campo ogni Domenica con il massimo dell'attenzione e della concentrazione."

- Come prosegue la preparazione precampionato?
"Abbiamo in programma ancora due amichevoli: Sabato prossimo contro il Bramante Pesaro e Sabato 23 contro Fermignano. Siamo in linea con quelli che sono i nostri programmi, nelle prime due settimane abbiamo fatto un ottimo lavoro atletico ed ora ci stiamo concentrando maggiormente sull'aspetto tecnico e tattico. L'unico intoppo è stata l'assenza di Luca Savelli a causa di alcuni problemi fisici che lo hanno costretto ad iniziare il lavoro fisico solo da pochi giorni. Penso che la prossima settimana potrà iniziare a lavorare con il gruppo ma sicuramente avrà bisogno di tempo per recuperare la giusta condizione."

- Il vostro esordio sarà sul campo della neopromossa Castelfidardo, che partita ti aspetti?
"Sarà un esordio molto difficile, contro una squadra che gioca insieme da due anni e che è reduce da due stagioni dove hanno perso pochissimo. Avranno molto entusiasmo, e noi dovremo affrontare la partita con molta attenzione, perchè ci aspetta una sfida complicata."

Giuseppe Contigiani
 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: