Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A2: l'Aurora Jesi è pronta all'esordio contro Verona, intervista a Giorgio Contigiani

L'Aurora Jesi è pronta alla sfida contro Verona, gara d'esordio del nuovo campionato. Se in estate la squadra è stata rivoluzionata, totalmente confermato è stato lo staff tecnico, con coach Damiano Cagnazzo ancora al timone della formazione jesina. Tra i suoi più stretti collaboratori troviamo Giorgio Contigiani, alla seconda stagione nello staff tecnico della squadra arancioblu. E proprio con Giorgio tastiamo gli umori e le sensazioni in casa Aurora alla vigilia dell'inizio della nuova stagione.

Siamo nella settimana che precede il vostro esordio contro Verona. Soddisfatto di come è andata la preparazione? Siete pronti?
Siamo abbastanza soddisfatti del lavoro svolto, abbiamo lavorato con grande impegno ed attenzione, anche se l'infortunio di Hasbrouk di 15 giorni fa ci ha fatto rallentare un pò, ma ora che siamo di nuovo al completo siamo pronti alla sfida con Verona.

Con quale spirito e quali obiettivi vi presentate a questo nuovo campionato?
Il nostro atteggiamento dovrà essere quello di voler competere sempre contro tutti i nostri avversari provando a dare sempre il 101% ponendoci come obiettivo quello di migliorare e superare i nostri limiti individuali e di squadra.

Parlaci dei vostri avversari. Che squadra è Verona?
Verona è una squadra con un roster molto lungo che può contare su una grande fisicità sia nel settore lunghi con giocatori del calibro di Udom, Maganza e Nwohuoch; sia tra gli esterni con i vari Amato, Palermo, Green e Jones, senza dimenticare giovani di talento come Visconti e Dieng.
Hanno poi aggiunto nelle ultime settimane un veterano come Pierich per sopperire all'assenza di Totè.

Quale potrebbe essere tra i vostri giovani, quello che potrebbe sorprendere tutti?

Credo che Federico Massone possa essere una risorsa importante nel corso del campionato e che saprà ritagliarsi un ruolo sempre più importante nella squadra.

Chi sono le squadre più attrezzate del campionato?
Senza dubbio Trieste che reputo la favorita per la promozione, poi Treviso e Fortitudo Bologna.

Parliamo un pò di te. Sei alla seconda stagione da Vice allenatore, traccia un bilancio di quanto hai vissuto fino ad ora?
Tracciare un bilancio non è semplice dopo una sola stagione, ma sicuramente sono soddisfatto di quanto fatto lo scorso anno, sia per i risultati raggiunti dalla squadra sia per il rapporto costruito con i giocatori.

Collaborare con un allenatore come Damiano Cagnazzo, che è anche un tuo grande amico da sempre, è più facile o difficile?
Sicuramente più facile, il fatto di conoscersi da molto tempo ha reso più semplice il mio inserimento all'interno di uno staff già collaudato,
inoltre ci permette di avere un rapporto un pò diverso rispetto a quello consueto tra capo allenatore e vice.

Ogni tanto hai ancora il rimpianto di aver smesso di giocare? Ti passa mai per la testa di tornare in campo?

Assolutamente no, sono soddisfatto e convinto della scelta che ho fatto un anno fa e non ho alcun rimpianto.

Un tuo obiettivo personale, o sogno nel cassetto......
Non mi piace guardare troppo avanti, quindi dico che vorrei migliorare il risultato di squadra rispetto allo scorso anno.

Vuoi lanciare un saluto o un messaggio ai vostri tifosi?

La partita che ci attende domenica sarà molto dura quindi invito tutti i tifosi Jesini e non a venire al palazzetto a sostenerci, abbiamo bisogno di Voi!!!

Giuseppe Contigiani

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: