Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: parla Lorenzo Andreani, il match winner del derby tra Fabriano e Civitanova

Il buzzer beater con il quale ha deciso il derby sul campo di Fabriano è solo l'ultimo sprazzo di classe mostrato da Lorenzo Andreani. Protagonista la scorsa stagione della splendida cavalcata della Virtus Civitanova, culminata con la promozione in Serie B Nazionale, Lorenzo anche quest'anno è una delle punte della formazione di coach Rossi.

- Ciao Lorenzo, non possiamo non iniziare parlando del canestro che ha deciso la gara di Fabriano. E ripensandoci bene per te non è neanche la prima volta.
"E' stato un tiro molto difficile, quasi impossibile se ci ripenso. Ero spalle a canestro e stavo cadendo indietro, è andata bene e ci ha permesso di portare a casa una vittoria molto importante. Anche lo scorso anno mi era capitato due volte, e qualeche anno fa ne avevo realizzato uno allo scadere contro Montegranaro."

- La squadra è stata confermata quasi in blocco, ed in estate sono arrivati degli acquisti mirati. E' un chiaro segnale della programmazione e del buon lavoro fatto dalla società?
"L'ossatura della squadra è rimasta praticamente la stessa dello scorso anno. Due estati fa la società ha costruito un gruppo perfetto per vincere la Serie C Silver gettando di fatto le basi per competere anche in Serie B. Questa estate sono arrivati degli acquisti mirati a rinforzare e completare la squadra. L'aver confermato molti giocatori è molto importante e sicuramente ci aiuterà soprattutto in questa prima parte del campionato. Siamo un gruppo molto unito e credo che questo si veda anche in campo."

- Quali pensi che possa essere il vostro obiettivo?
"Io credo che il nostro obiettivo più realistico possa essere la salvezza. Faremo di tutto per provare a conquistare i playoff, ma sarà molto dura anche per il valore di tante nostre avversarie. Siamo partiti con il piede giusto e questo è stato importante, adesso proveremo a dare continuità al lavoro per acquistare sempre maggiori certezze."

- Quali pensi possano essere le squadre più attrezzate del campionato?
"Io credo che Bisceglie sia la squadra più forte. Subito dietro vedo Recanati, Pescara e Matera. Poi ci sono tante buone squadre che si giocheranno l'accesso ai playoff."

- Da tanti anni giochi da protagonista sia in Serie B che in Serie C, pensi di avere le capacità per giocarti magari in futuro le tue carte in Serie A?
"Sinceramente penso che tecnicamente potrei giocarmi le mie carte, ma fisicamente potrei avere delle difficoltà. Mi sarebbe piaciuto tanto provarci, ma adesso la vedo molto più difficile."

- Chi tra i tuoi compagni di squadra pensi possa sorprendere nel corso della stagione?
"Sono assolutamente convinto che Cassese abbia tutte le possibilità di fare bene. Ha delle grandi qualità fisiche e tecniche, si allena sempre fortissimo, e penso abbia tutte le capacità per fare veramente bene. Ho tanta fiducia anche in Felicioni che potrebbe fare un ottimo campionato considerate le qualità che ha."

- Domenica avrete l'esordio in casa contro una delle favorite, il Bisceglie. Cosa ti senti di dire ai vostri tifosi?
"Siamo attesi da una partita difficilissima contro una delle favorite per la vittoria finale. Il campionato dello scorso anno ha contribuito a ricreare entusiasmo anche tra i nostri tifosi. Quest'anno possiamo contare anche sul tifo organizzato che si è un pò staccato dal calcio e viene a sostenerci ogni Domenica. La società in estate ha fatto un ottimo lavoro di marketing e spero che la nostra vittoria di Fabriano possa contribuire a far veneire tanta gente al palazzetto in occasione di ogni partita interna che giocheremo."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: