Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Under 18 Eccellenza: il Basket Orvieto cade in casa contro la Victoria Libertas Pesaro

Orfani di Bonifazi, Torricelli e Prosperini, i ragazzi di coach Staccini si sono dovuti arrendere alla maggiore fisicità degli ospiti, che si sono dimostrati bravi a saper sfruttare i mismatch e a capitalizzare al massimo le opportunità ad alta percentuale che sono stati capaci di costruire. I primi cinque a scendere in campo sono stati Pigozzi, Mocetti, Lazzarini, Stella e Kirillov. Nei primi minuti di gara sono state le difese a farla da padrone, con le due squadre che hanno faticato a trovare la via del canestro. Orvieto è rimasta impigliata fra le lunghe leve dei pesaresi, che hanno sporcato le linee di passaggio e hanno reso difficile anche solo avvicinarsi al canestro. Nell’altra metà campo i biancorossi sono riusciti a tenere botta con un buon lavoro difensivo di contenimento. Con il passare del tempo Pesaro ha fatto valere i propri centimetri anche in attacco ed è stata brava a sfruttare delle seconde opportunità per piazzare il primo break della gara. Grazie anche al bonus presto raggiunto dagli ospiti, fonte di preziosi viaggi in lunetta, Orvieto è comunque riuscita a limitare i danni e a chiudere la prima frazione sul 7-19.

Nel secondo quarto i biancorossi sono sembrati più imprecisi e sono calati in difesa, dove hanno concesso contropiedi anche facili agli avversari. Il risultato è stato la prima vera fuga di Pesaro, che è volata oltre i trenta punti di vantaggio ed è tornata negli spogliatoi sul 14-47. Al rientro dalla pausa lunga Orvieto ha avuto una reazione e, grazie a una difesa aggressiva e a buone spaziature in attacco, hanno rosicchiato qualche punto di margine agli ospiti. In questo momento della partita i biancorossi se la sono giocata alla pari con Pesaro, al punto da risultare vincitori al termine del quarto. Complice anche l’uscita di scena per infortunio di Pigozzi, negli ultimi dieci minuti Orvieto è però di nuovo calata e ha concesso molti canestri facili a Pesaro, che grazie anche a un attacco poco lucido dei rupestri ha visto aumentare esponenzialmente il proprio margine di distacco fino alla sirena finale.

Per acquisire consapevolezza delle proprie capacità i biancorossi dovranno ripartire da quel terzo quarto in cui hanno tenuto ampiamente testa a una delle candidate alla vittoria finale, grazie a più concentrazione e ordine in attacco e in difesa. La strada è ancora lunga, ma ci sono tutti i presupposti per fare bene e togliersi delle soddisfazioni.
Prossimo appuntamento mercoledì 11 ottobre in casa di San Benedetto del Tronto.

Ufficio Stampa Basket Orvieto

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: