Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: la Virtus Civitanova verso l'esordio contro Bisceglie, parla Francesco Amoroso

La Serie B sta per tornare a Civitanova. Dopo l’esordio vincente della Rossella a Fabriano, la squadra di coach Rossi si prepara a esordire domenica alle 18.00 al PalaRisorgimento contro la corazzata Bisceglie.
Ne parliamo con il neo capitano civitanovese, Francesco “Ciccio” Amoroso, giocatore che non ha bisogno di presentazioni, con una carriera sterminata fatta da dodici stagioni di B1, tre di Legadue e tre di B2. L’anno scorso in tandem con Marinelli è stato una costante spina nel fianco delle difese avversarie, chiudendo la trionfale stagione a 15 punti di media. In questa avventura in Serie B Old Wild West il suo minutaggio in partenza sarà leggermente inferiore, ma il suo apporto rimarrà fondamentale così come lo è stato in quel di Fabriano, in cui ha realizzato 6 punti e preso 7 rimbalzi in 20 minuti.

Ciccio, domenica a Fabriano sono arrivati subito i primi due punti, ma a un certo punto sembrava non ci fosse più nulla da fare per la Rossella…
“Si, abbiamo giocato a sprazzi come dimostrano i parziali, arrivando più volte in vantaggio in doppia cifra per poi aver dei blackout che facevano rientrare i fabrianesi. Alla fine sembrava quasi impossibile, con loro molto spinti dal pubblico, ma poi un po’ di freddezza e il gran canestro di Andreani ci hanno permesso di vincere, che era la cosa più importante."

Che partita dobbiamo aspettarci domenica con Bisceglie invece?

“Una partita sicuramente difficile, nonostante abbia perso la prima contro Pescara, è una delle squadre più attrezzate da quello che abbiamo visto in precampionato. È un banco di prova importante per noi, dobbiamo sempre giocarcela con tutti e soprattutto in casa non dobbiamo lasciare punti a nessuno, nonostante l’assenza di Gennaro Tessitore che è comunque pesante per il nostro gioco."

Vista l’assenza di Gennaro, Mario Tessitore giocherà anche oggi, ma dalla prossima settimana il ruolo di capitano sarà tutto tuo. Com’è questa esperienza?
“Avendo Mario in squadra il compito è più semplice, siamo praticamente in due. Per me è onore e un piacere, anche perché non avevo questa responsabilità dalla Serie di B di San Severo nel 2012."

Da qualche anno ti cimenti anche nell’insegnare il gioco del basket, come sta andando?

“L’anno scorso ho allenato l’Under 13 Regionale che è andata discretamente, nonostante fossimo un anno sotto età siamo molto migliorati e riusciti a strappare anche qualche vittoria. Questa stagione seguirò lo stesso gruppo dei 2005, che sarà diviso fra Elite e Regionale e allenato insieme a coach Rossi."

Ufficio Stampa Virtus Civitanova

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: