Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A2 Femminile: la FeBa Civitanova torna a mani vuote da Orvieto

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/08-10-2017/serie-a2-femminile-la-feba-civitanova-torna-a-mani-vuote-da-orvieto-270.jpg

Social

L'Infa Feba Civitanova Marche incappa nel primo stop stagionale. Le ragazze di coach Alberto Matassini vengono fermate dalla Ceprini Costruzioni Orvieto per 66-58 in un match molto equilibrato, prima del crollo finale quando le padrone di casa hanno piazzato l'allungo vincente. Siamo ancora agli albori di questo lunghissimo campionato, anche se le momò dovranno essere brave a metabolizzare questo stop e con la settimana di riposo avranno tempo per perfezionare alcuni dettagli. Pronti via e le squadre si danno subito battaglia con le biancoblu che tentano il primo allungo, 4-9 a 6'41'' dal termine grazie ai punti pesanti di Ostojic, ma le locali ricuciono subito lo strappo. Le due compagini ribattono colpo su colpo fino al 13-13, quando mancano meno di due minuti alla fine del parziale, poi Porcu e Rupnik confezionano il break del 5-0 che fissa il punteggio sul 18-13.

Nel secondo quarto Orvieto conduce i giochi per larghi tratti, toccando il +7 sul 31-24 a 2'14'' da giocare, ma Bocola e Mataloni portano le momò all'intervallo sul 31-28. Alla ripresa delle ostilità le ragazze di coach Matassini sono costrette a rincorrere arrivando fino al -1 del 46-45, siglato dal capitano Veronica Perini che ha sfoderato un'ottima prestazione, prima del sorpasso (48-50) nelle ultime battute di "Maggie" Mataloni. Tuttavia la tripla allo scadere di Grilli porta il risultato sul 51-50. Nell'ultimo quarto le padrone di casa conducono per tutti i dieci minuti, con le biancoblu costrette a rincorrere ma senza trovare lo spunto giusto per provare a riaprire il match. Finisce così 66-58 per Orvieto. "Una sconfitta tanto meritata da noi quanto una vittoria meritata per Orvieto - ha esordito coach Alberto Matassini - Non abbiamo applicato il piano partita.

Ci siamo preparate per una settimana con delle idee chiare su un paio di giocatrici loro che dal punto di vista offensivo erano pericolose, ma abbiamo concesso 30 minuti di libertà, mentre nei 10 minuti che siamo state più attente siamo andate avanti. È una sconfitta che nell'immediato pesa e fa male, però per il prosieguo del campionato forse è un bagno d'umiltà che ci vuole. Dobbiamo parlare meno di Coppa Italia e di vittorie e tornare a parlare più di sudore e di vincere la singola partita. Non dobbiamo dimenticare da dove veniamo, e veniamo da un percorso in cui vogliamo valorizzare le giovani, un percorso in cui vogliamo sudare sul campo e in cui non dobbiamo regalare nulla a nessuno. Oggi siamo stati troppo superficiali - conclude coach Matassini - e abbiamo meritato la sconfitta".

CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO - INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE 66-58 (18-13; 13-15; 20-22; 15-8)

ORVIETO
: Porcu 15, Bambini 5, Lombardo 7, Rupnik 16, Manfrè 15, Grilli 8, Kolar ne, Boni, Presta ne, Chrysanthidou, Petronyte, Coffau All. Romano

CIVITANOVA
: Rosier 5, Ostojic 15, Perini 15, Mataloni 15, Ceccarelli, Orsili 6, Bocola 2, Trobbiani, Marinelli, Stronati ne, D'Amico ne, Paoletti ne All. Matassini

Arbitri: Alice Frattalocchi, Alessandra Ricci

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Infa Feba Civitanova Marche

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: