Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: inizia con una sconfitta la stagione dei giovani del San Severino Basket

Inizia con una sconfitta la stagione della Rhutten San Severino Marche nel campionato di serie D regionale. Ad avere la meglio al Palasport “Ciarapica” la formazione del Basket Tolentino una delle compagini favorite per la vittoria finale del campionato.
La giovanissima formazione dei coach Cantani e Sparapassi è riuscita a rimanere in partita fino a metà del terzo quarto nonostante il maggiore tasso tecnico e soprattutto fisico degli ospiti che a giugno hanno rinunciato al campionato di serie C regionale. La fortuna non ha sicuramente aiutato i settempedani che dopo solo 6 minuti hanno dovuto rinunciare all’unico pivot di ruolo, Alessandro Potenza, a causa di un infortunio alla caviglia: i due falli del talentuoso Giorgio Severini solo dopo due minuti di partita inoltre hanno tolto troppo presto dai giochi due dei giocatori fondamentali per il gioco del settempedani.

Coach Cantani parte con un quintetto giovanissimo formato totalmente da giocatori provenienti dal vivaio locale: ad affiancare capitan Buresta ci sono Cruciani (’95), Severini (’97), Potenza (’99) e Della Rocca (2000).Prima dell’inizio della gara la società ha voluto ringraziare i due grandi ex Ercoli Thomas e Reggio Marco, passati in estate alla Nuova Simonelli, donando una pergamena come ricordo delle tante stagioni passate all’Amatori Basket.
Il primo quarto è abbastanza equilibrato infatti solo nel finale gli ospiti riescono a raggiungere il + 8 grazie ai quattro punti consecutivi di Marco Reggio (finale 14 – 22): da segnalare in questo primo periodo, oltre all’infortunio di Potenza che non rientrerà più in campo, le tre bombe del play Rucoli.

Nel secondo quarto sono Simone Massaccesi e capitan Buresta a limitare i danni anche se sotto canestro le difficoltà dei locali sono molte, e spesso i lunghi settempedani vengono battuti dall’esperienza e dalle notevoli capacità tecniche dei vari Nardi, Francesconi e Acquaroli (risultato a metà gara 25 – 38).
Dopo la pausa lunga i settempedani cercano di resistere ma le percentuali in attacco sono molto basse e Tolentino ne approfitta per l’allungo che poi risulterà decisivo (fine terzo periodo 36 – 56). Nell’ultimo periodo i ragazzi di coach Cantani avrebbero potuto mollare ed invece lottano fino all’ultimo secondo accumulando minuti d’esperienza che sicuramente torneranno utili in futuro. Una bomba di Ortenzi (classe 2000) fissa il punteggio finale sul 60 – 76.

Nonostante la sconfitta però sono molti i miglioramenti del gruppo che da poco più di un mese è guidato dalla coppia Cantani-Sparapassi. Tanti errori di giovinezza, tante scelte discutibili, tanti momenti di difficoltà, tanta sofferenza sotto le plancie ma soprattutto tanti margini di miglioramento in un gruppo dove i giovani sono parte fondamentale della squadra e non contorno: i quattro 2000 (Ortenzi, Della Rocca, Grillo e Luciani) in campo per un totale di 66’ mentre il classe ’99 Potenza (lo scorso anno a finito con 22’ di media in campo) solo per sei minuti a causa dell’infortunio, senza considerare inoltre che scalpitano Valeri (classe ’99) e Fucili (classe 2001) fermi per problemi fisici.

La società e lo staff dirigenziale sono sicuri che se il gruppo lavorerà con tranquillità, senza pressioni e con lo stesso impegno profuso un questi 40 giorni saranno tante le soddisfazioni che arriveranno in un futuro prossimo.
Concludiamo facendo i complimenti al Basket Tolentino, una squadra, quella guidata da coach Cervellini, forte fisicamente e tecnicamente, con tanta esperienza e voglia di ritornare a quella categoria che gli appartiene.

Ufficio Stampa Amatori San Severino

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: