Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: niente da fare per la Pallacanestro Senigallia ad Ortona

Goldengas avanti per quasi tre quarti prima di subire il ritorno di Ortona. Nel finale Senigallia spreca l'occasione per il pareggio, poi un 6-0 della We'Re chiude i giochi.
Inizia da dove aveva finito la Pallacanestro Senigallia che dopo aver preso le misure ai padroni di casa trova i primi punti da Tortù per poi tentare il primo allungo (16-9 al 7') guidata da ispiratissimo Giampieri, già a quota 9, sfruttando anche un tecnico fischiato alla panchina locale.
Senigallia deve fare i conti con problemi di disponibilità in cabina di regia. Paparella é costretto ad abbandonare il parquet colpito involontariamente al mento mentre Giacomini, gravato di due falli va, precauzionalmente in panchina. Sul fronte opposto la We' Re si affida a Marchetti che approfitta della situazione cercando incursioni in area e anche come uomo assist per la tripla di Martelli che risponde così al nuovo tentativo di fuga biancorosso firmato sempre Giampieri. Alla prima sirena Goldengas avanti 22-13.

Un parzialino di 4-0 a favore dei padroni di casa apre il secondo periodo. Il vantaggio di Senigallia torna nell'ordine della doppia cifra grazie a cinque punti in fila di Brighi. Iniziano i tatticismi da entrambe le parti con le panchine che alternano le proprie difese per rompere il ritmo agli attacchi avversari. La mossa paga “a corrente alternata” con le triple a segno sia da una parte che dall'altra (Crusca per Ortona, Pierantoni e Paparella per un doppio +11 biancorosso).
Per caratteristiche oltre che per le difese molto chiuse, sia Ortona che Senigallia vanno insistentemente alla ricerca del tiro pesante con Brighi e Marchetti a rispondersi. Alla festa si aggiunge anche Martelli (tre triple su quattro tentativi nei primi venti minuti) che accorcia le distanze sul 37-44. Senigallia ha l'ultimo possesso del periodo, ma la tripla di Paparella si spegne sul ferro. Dalla lotta a rimbalzo esce vincitore Crusca che poi va a conquistarsi un più che dubbio fallo proprio sulla sirena. Dalla lunetta, a tempo già scaduto, l'ex Ravenna fa uno su due mandando le squadre al riposo con Senigallia avanti 44-38.

Con Giacomini francobollato a Marchetti, Ortona cerca soluzioni alternative al play di scuola Virtus Roma per tentare la rimonta. Martelli e Crusca riavvicinano i padroni di casa mentre la Goldengas, dopo aver trovato buone soluzioni in avvio di ripresa si perde nella tonnara dell'area dei tre secondi mettendo a referto solo 5 punti in sette minuti. Con la We'Re tornata a contatto (49 pari al 27' con un 5-0 personale di Marchetti) il time out biancorosso è d'obbligo per cercare di rimettere ordine. Dopo la sospensione la Goldengas ritrova la via del canestro prima in penetrazione con Giampieri e poi con Tortù che si fa trovare pronto sullo scarico a centro area, sul versante opposto però bisogna fare i conti col solito Marchetti, sul quale si spende anche l'agente speciale Bertoni, che a suon di triple dà il primo vantaggio ai locali (55-53 al 28'). Vantaggio biancoblu che viene confermato sulla sirena da Crusca che in penetrazione fissa il 57-55 del 30'.

Si segna col contagocce nell'ultimo e decisivo periodo. La partita si fa nervosa, vista l'elevata posta in palio per due formazioni verosimilmente dirette concorrenti, e lo spettacolo non ne giova. Dopo quattro minuti di gioco il parziale è 3-2 a favore di Senigallia prima di un paio di invenzioni del solito Marchetti per il 63-58 a favore di Ortona che obbligano la panchina biancorossa al time out per fermare la fuga dei padroni di casa. Al rientro dalla sospensione i risultati sono quelli sperati con la Goldengas che va a cercare e trovare Tortù. Lo zero biancorosso ripaga la fiducia dei compagni con un 4-0 che rimette in scia Senigallia e costringe questa volta la panchina della We'Re a chiamare la sospensione.
Senigallia spreca un paio di occasioni per il riaggancio e viene pesantemente punita.
Due triple consecutive messe asegno da Martelli valgono il +8 a cento secondi dall'ultima sirena. La Goldengas accusa il colpo e non trova più le forze per reagire

ORTONA – SENIGALLIA 72-62
(13-22; 25-22; 19-11; 15-7)

ORTONA: Chiarini, Malfatti 9, Mattucci, Civitarese, Colaluce, D'Ottavio, Martelli 19, Martino 8, Crusca 11, Marchetti 25. All. Benedetto.

SENIGALLIA: Tortù 18, Del Torto, Pierantoni 7, Paparella 7, Giacomini 6, Giampieri 13, Brighi 8, Benedetti, Ricci, Bertoni 3, Figueras, Maiolatesi. All. Foglietti.

ARBITRI: Roca, Roberti.
PROGRESSIONE: 7-9 (5'), 13-22 (10'); 23-31(15'), 38-44 (20'); 44-47 (25'), 57-55 (30'); 63-58 (35'), 72-62 (40').

Andrea Peverada
Ufficio Stampa Pallacanestro Senigallia

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: