Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: quattro chiacchiere con Giacomo Cucchiarini, ala del Basket Durante Urbania

Tra le note liete del difficile inizio di campionato del difficile inizio di campionato del Basket Durante Urbania c'è sicuramente Giacomo Cucchiarini, ala classe 1992, arrivato in estate dalla Pallacanestro Acqualagna. Il numero 17 dei biancorossi è infatti l'unico giocatore dei durantini, insieme ad Ismaele Diotallevi, ad essere in doppia cifra per media punti segnati dopo i primi tre turni. E Sabato prossimo alle 18:15 i ragazzi di coach Diotallevi saranno impegnati a Fano in uno scontro diretto tra le uniche due squadre ancora a secco di vittorie.

- Ciao Giacomo, che cosa vi è mancato in queste prime tre giornate?
"Secondo me abbiamo pagato l'inesperienza ed il fatto che siamo una squadra molto giovane. E' stato riconfermato gran parte del gruppo che lo scorso anno ha vinto il campionato di Promozione, e la maggior parte di noi non ha mai giocato nel campionato di Serie D, e chi lo ha disputato lo ha fatto con ruoli marginali. Non va neanche sottovalutato che abbiamo incontrato Acqualagna, Fermignano e Marotta, che sono probabilmente le tre squadre più forti del girone."

- Vi aspettavate un impatto così difficile con questo nuovo campionato?
"E' un pò presto per dare un giudizio. E' vero che il calendario non ci ha aiutato e ci ha messo di fronte degli avversari molto forti, però noi ce la siamo sempre giocata, e siamo migliorati di partita in partita fino a sfiorare la vittoria nell'ultima partita contro Marotta. Il nostro approccio è cresciuto costantemente, per questo sono fiducioso che presto arriveranno delle soddisfazioni anche per noi."

- Qual'è la ricetta migliore per uscire da momenti come questo?
"Non esistono segreti e ricette particolari. Noi dobbiamo solamente continuare ad allenarci come abbiamo fatto fino ad ora. Ci impegniamo molto, stiamo bene insieme e ci divertiamo. Giocare liberi di testa e con entusiasmo ci aiuterà a non abbatterci e ad uscire da questo periodo negativo."

- Sabato avrete lo scontro diretto contro Fano. Che partita ti aspetti?
"Dopo aver affrontato tre big adesso arriveranno partite più alla nostra portata. Ci attende una sfida difficile contro una squadra in crescita che Sabato scorso ha reso la vita difficile al Fermignano. Noi abbiamo tanta voglia di conquistare la nostra prima vittoria, per cui affronteremo questa gara con il massimo della concentrazione e dell'entusiasmo."

- Quale pensi possa essere il vostro obiettivo per questa stagione?
"Io penso che la salvezza debba essere il nostro grande obiettivo. Credo che abbiamo tutte le carte in regola per poterci riuscire nonostante queste tre sconfitte iniziali?

- Ed un pensierino ai playoff non lo fate? D'altronde questo campionato ogni anno riserva delle sorprese oppure delle grandi rimonte.
"Adesso è inutile e fuori luogo pensare ai playoff. Penso che eccetto tre o quattro squadre, tutte le altre siano molto vicine come livello per cui può succedere davvero di tutto. Mi auguro che tra qualche mese possiamo rientrare in una di quelle "sorprese" alla quale facevi tu riferimento."

- Ed invece a livello personale quali propositi ti sei posto?
"Io gioco principalmente per divertirmi e stare bene con la squadra. Vivere lo spogliatoio ed il gruppo per me è la cosa più importante e sinceramente non penso ad altro.

- Sei stato uno dei nuovi acquisti del Basket Durante Urbania. Che ambiente hai trovato?
"Questa squadra è una grande famiglia. Ci conosciamo bene tutti fin da ragazzi e siamo davvero un bel gruppo. Ho ritrovato tanti ragazzi con cui avevo già giocato in campionati giovanili oppure senior per cui il mio inserimento è stato naturale e facile. La società ha tanto entusiasmo e voglia di fare, e lavorano quotidianamente per consolidarsi a questo livello. Sono veramente soddisfatto della scelta fatta in estate."

- Qual'è il tuo giocatore preferito?
"Il mio giocatore preferito è da sempre Lebron James. E' un giocatore straordinario e lo seguo sempre con molto interesse.

- Ed invece hai una squadra in particolare per la quale fai il tifo?
"Sinceramente non ho una squadra in particolare per la quale faccio il tifo. Simpatizzo per le squadre nelle quali gioca Lebron James e basta."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: