Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A: coach Spiro Leka presenta la sfida della VL Pesaro contro Cremona

Spiro Leka presenta alla stampa la partita di domenica della sua VL Pesaro contro la Vanoli Cremona.
"Dopo la partita con Torino abbiamo in bocca lo stesso rammarico di quella con Bologna. Potevamo fare meglio e portare a casa punti, ma siamo convinti di essere sulla strada giusta. Siamo arrabbiati, perchè siamo usciti ancora senza punti, ma poi l'arrabbiatura passa subito quando ci rivediamo in palestra, e si trasforma in voglia di lavorare e di migliorare, di mettere a posto le cose che non vanno".

"La tegola dell'infortunio di Little non ci aiuta, è la maledizione del n. 3 che ci insegue sin dall'inizio della stagione: non c'è pace in quel ruolo per noi. Fasciarci la testa non mi è mai piaciuto, quindi dovremo unirci di più come gruppo, ne abbiamo già parlato in settimana. Siamo pronti a stringerci e ad aiutarci a vicenda".
"Dobbiamo vincere, abbiamo bisogno di punti e non solo di belle prestazioni. Giochiamo contro la squadra che ha il miglior contropiede d'Italia, anche questa volta sarà determinante gestire bene il ritmo della gara. Loro proveranno a correre per 40 minuti, dovremo farlo anche noi, ma stando sempre attentissimi a non uscire dai binari che ci siamo dati. La chiave della partita sarà limitare Johnson-Odom e Drake Diener".

"A Torino abbiamo finito un po' cotti, ho dovuto spremere moltissimo Omogbo, che alla fine ha pagato in difesa contro Washington. Ho esagerato io a chiedergli troppo, del resto avevo Mika con 4 falli sin dal primo tempo e volevo preservarlo per il finale. In ogni caso, siamo tornati a -1 sul 73-74, poi Vujacic ha messo la bomba e lì la partita ha preso la svolta decisiva".

Ufficio Stampa VL

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: