Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: niente da fare per l'Amatori San Severino a Fermo

La Rhutten San Severino Marche rimane in partita fino a metà del terzo periodo, ma poi l’esperienza, la superiorità tecnica e fisica di Tortolini e Venditti (43 punti in due) hanno la meglio su una formazione che ancora una volta ha lottato fino alla fine,
Coach Cantani recupera finalmente il lungo Potenza che però, dopo un buon inizio, commette subito due falli ed è costretto per tanti minuti alla panchina. Nonostante questo i ragazzi di coach Cantani riescono a limitare Tortolini ( 20 dei sui 23 punti totali verranno segnati negli ultimi due periodi): senza lunghi la coperta però è corta e a salire in cattedra è Venditti, altro giocatore di categoria superiore, che permette ai locali di chiudere sul + 8 (19-11)

Nel secondo quarto il Basket Fermo raggiunge il + 15 ma i settempedani non mollano e grazie a 5 punti consecutivi di capitan Buresta riescono a rimanere sul -8: è sorprendentemente che una banda di giovanotti riesca ,“contro una formazione che mette in risalto la differenza tecnica contro la selezione sanseverinate che ancora alla quarta giornata non ha sbloccato la classifica”, nell’impresa “addirittura di chiudere in parità il secondo quarto” (33-25). Un bagnetto di umiltà ogni tanto non farebbe male…….

Negli ultimi due periodi sale in cattedra Tortolini che dimostra tutta la sua esperienza diventando straripante in attacco sia da sotto canestro che dalla media distanza. Se a questo aggiungiamo un arbitraggio per la prima volta insufficiente in stagione, si arriva al punteggio finale di 76 – 56.
Premettendo che i locali hanno meritato ampiamente la vittoria, non è possibile dopo 36 minuti di gara aver tirato solamente due tiri liberi per un antisportivo (saranno 6 a fine gara), contro una formazione che ha marcato tutta la gara a uomo: spesso le guardie settempedane hanno battuto i loro difensori e sistematicamente sono stati ignorati contatti evidenti nell’area fermana. Nell’altra metà campo invece anche interventi veniali venivano puntualmente puniti col fallo e conseguenti tiri dalla linea della carità. A fine gara 16 tiri liberi segnati dai locali (più almeno altri 7/8 sbagliati) e 6 totali per i settempedani.

Se qualcuno ha già deciso che la Rhutten San Severino Marche sarà la vittima sacrificale del girone B del campionato regionale di serie D si sbaglia di grosso: non vogliamo favoritismi ma tanto meno essere trattati come una banda di giovanotti che, se vincono o perdono, sono felici ugualmente perché puntualmente ricevono i complimenti per aver il coraggio di far giocare tanti giovani.
Stessa dignità e stesso rispetto delle altre formazioni, questo chiediamo.

Ritornando alla gara da mettere in evidenza l’ottima prova di Luciani (classe 2000) autore di 10 punti e di Severini autore di 15 punti: i complimenti però vanno a tutti, giocatori e staff tecnico, per l’impegno profuso in questi primi due mesi di allenamento. Tutti, sia chi gioca 30 minuti che chi solo pochi secondi, sono uniti per raggiungere l’obiettivo finale.
L’appuntamento per i tifosi è per sabato 5 novembre al Palasport “A. Ciarapica” alle ore 18:30, quando si giocherà il derby contro i Fochi Tolentino degli ex Giacomo e Leonardo Vignati.

Ufficio Stampa Amatori San Severino

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: