Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A2 Femminile: niente da fare per la FeBa Civitanova contro la capolista Bologna

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/05-11-2017/serie-a2-femminile-niente-da-fare-per-la-feba-civitanova-contro-la-capolista-bologna-270.jpg

Social

L’Infa Feba Civitanova Marche non riesce ad espugnare Bologna. Le momò si devono arrendere per 76-67 contro la prima della classe, imbattuta in questo avvio di stagione soprattutto tra le mura amiche dove non perde da quasi un anno. Una gara in cui le ragazze di coach Alberto Matassini hanno tenuto botta ad un’avversaria di livello, riuscendo a battagliare alla pari per larghi tratti della sfida. Alla fine le padrone di casa sono riuscite a spuntarla anche se le biancoblu non hanno affatto sfigurato. Primo quarto di marca bolognese, complice anche un avvio soft delle momò, con le locali che toccano il +8 alla prima sirena.

Tuttavia la Feba prende le contromisure e nel secondo parziale riescono a ricucire lo strappo andando al riposo lungo sul -3 (39-36). Nel terzo parziale la compagine di Giroldi riesce a riprendere un certo margine, otto punti, grazie alle giocate di D’Alie e Tassinari, 36 punti in due. Nell’ultimo quarto le biancoblu cercano di annullare lo svantaggio senza successo nonostante una Mataloni super, 20 punti per lei. Finisce 76-67 per la Matteiplast Bologna. “Sono soddisfatto della prestazione delle ragazze – commenta coach Alberto Matassini – A parte un approccio alla gara negativo, in cui siamo state troppo blande mentre Bologna è partita subito a ritmi altissimi, siamo riuscite a tenere testa ad una delle squadre più forti del campionato.

Abbiamo dovuto ricucire lo strappo e abbiamo chiuso il primo tempo quasi in parità. All’inizio del secondo tempo un nuovo strappo loro ma siamo rimaste sempre attaccate fino a quattro, cinque minuti dalla fine. Poi abbiamo fallito qualche attacco che ci poteva permettere di avvicinarci ulteriormente ed alla fine si sono assestate sul margine finale. Noi prendiamo una prova assolutamente positiva, in cui abbiamo patito dopo tre minuti la rottura del sopracciglio di Rosier e il terzo fallo all’inizio del secondo quarto combinato a Bocola, che non era presente nella situazione di gioco in cui gli è stato fischiato.

Tuttavia tutte hanno dato risposte positive, anche le giovanissime Pelliccetti del 2000 e Paoletti del 2001. In definitiva abbiamo giocato alla pari contro la capolista Bologna e ripartiamo da qui: deve essere questa la nostra identità ovvero giocare le partite per tutti i 40 minuti senza mollare mai a prescindere dall’andamento della gara e chiunque va in campo deve portare la propria mattonella per la squadra”.

PROGRESSO BASKET BOLOGNA – INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE 76-67 (23-15; 39-36; 57-49; 76-67)

PROGRESSO BK FEMM. BOLOGNA
: Monterumisi, D’Alie* 19 (5/10, 3/6), Cordisco, Tassinari* 17 (4/9, 2/5), Dall’aglio 3 (1/2, 0/1), Storer 16 (8/10 da 2), Tava* 13 (4/7, 1/3), Meroni* 3 (0/2, 0/1), Poletti NE, Corradini, Nannucci* 5 (0/2, 1/6) Allenatore: Giroldi

INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE
: Orsili 2 (1/4, 0/1), Rosier* 8 (2/2, 1/3), Paoletti, Perini* 16 (3/9, 2/2), Bocola* 9 (4/5 da 2), Mataloni* 20 (6/13, 1/5), Trobbiani, Marinelli, Stronati NE, Pelliccetti, D’Amico NE, Ceccarelli* 12 (1/2, 3/7) Allenatore: Matassini

Arbitri
: Finazzi F., Castellano V. 

Ufficio Stampa Feba Civitanova

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: