Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: i protagonisti del campionato, intervista ad Edoardo Carancini (Basket Auximum Osimo)

Una delle note più positive di questo inizio di campionato del Basket Auximum Osimo, neonata società osimana alla prima esperienza in un campionato senior. Edoardo Carancini, centro classe 1997, nelle prime cinque gare della stagione ha realizzato 18 punti a partita, che lo fanno il secondo miglior marcatore del girone B, ed il quinto dell'intero campionato considerando i due gironi. Dopo le prime tre sconfitte iniziali, i ragazzi di coach Carletti hanno conquistato due vittorie battendo Macerata ed espugnando Montemarciano, e si preparano con rinnovata fiducia alla sfida interna contro la Victoria Fermo.

- Ciao Edoardo, dopo le prime tre sconfitte sono arrivate due vittorie che vi rilanciano e vi danno tanta fiducia.
"E' vero le prime gare ci hanno buttato un pò giù di morale soprattutto perche alcune sconfitte sono arrivate dopo partite molto ben giocate e che forse avremmo meritato di vincere. Le ultime due vittorie ci hanno sicuramente dato maggiore fiducia e ci hanno permesso di recuperare una classifica più tranquilla."

- In realtà siete una squadra nuova solo per il nome, perchè il gruppo è in gran parte quello che ha affrontato lo scorso campionato con la maglia della Futura Osimo.
"L'ossatura del gruppo è praticamente quella dello scorso campionato che abbiamo giocato con la Futura. In estate sono stati aggregati alcuni ragazzi del 1997 e del 1998 che hanno completato ed allungato il roster."

- Quale pensi possa essere il vostro obiettivo per questa stagione?
"Lo scorso anno siamo arrivati alla semifinale playoff, quindi quest'anno, nonostante disputiano la stagione regolare in un girone diverso, puntiamo ad arrivare nei playoff e magari a ripetere il percorso della passata stagione."

- Come giudichi il livello di questo campionato? Quali sono le differenze tra il girone A ed il girone B?
"L'anno scorso del girone B abbiamo incontrato solamente Ascoli e Castelfidardo nei playoff. Il livello generale mi sembra buono e comunque simile a quello dello scorso anno. Il giirone A probabilmente più fisico ed intenso, mentre in quello in cui siamo quest'anno ci sono tante buone squadre soprattutto dal punto di vista tecnico."

- Com'è nato questa estate questo nuovo progetto del Basket Auximum Osimo?
"La società è nuova ed è composta completamente da osimani. In realtà questo progetto è nato lo scorso anno nel quale si è deciso di partecipare al campionato con la maglia della Futura. Questa estate è stata creata una nuova società per dare seguito a quanto iniziato la scorsa stagione. L'idea principale è quella di dare spazio ai ragazzi di Osimo, di permettere loro di trovare spazio in un campionato senior senza dover emigrare in altre società."

- In queste prime giornate sei stato uno dei migliori realizzatori del campionato. Qual'è il tuo obiettivo personale per la stagione in corso?
"Voglio continuare a crescere come giocatore, e vorrei dare ogni settimana un apporto importante alla squadra. Non sto molto attento alle mie statistiche individuali, ma la cosa principale è quella di dare un contributo importante per raggiungere dei risultati di squadra."

- C'è un giocatore al quale ti ispiri o per il quale fai il tifo?
"Fin da quando ho iniziato a vedere la palalcanestro in televisione il mio giocatore preferito è sempre stato Kobe Bryant. Le prime gare che ho seguito sono state quelle nelle stagioni in cui i Lakers vinsero due campionati consecutivi, e Kobe era obiettivamente di un altro livello."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: