Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Promozione D: i protagonisti del campionato, intervista con Marco Brasili (Pallacanestro Porto Sant'Elpidio)

La Pallacanestro Porto Sant'Elpidio anche quest'anno è una delle squadre protagoniste del Girone D del campionato di Promozione. Uno dei suoi giocatori più rappresentativi ed esperti è sicuramente Marco Brasili, una vita nel settore giovanile del Porto Sant'Elpidio Basket, ed ora tra i protagonisti della squadra allenata da coach Roberto Ramini.

- Ciao Marco dopo un ottimo inizio di campionato con due vittorie, è arrivata la brutta sconfitta interna contro l'Amandola Basket.
"E' vero abbiamo disputato una brutta partita ed abbiamo subito la prima sconfitta stagionale. L'Amandola è una buona squadra, composta da diversi giocatori che hanno militato anche in Serie D, ed ha disputato una buona gara, molto intensa e fisica. Noi purtroppo non siamo riusciti ad adattarci nè al gioco dei nostri avversari, nè al metro arbitrale che ha concesso molti contatti sporchi da ambedue le parti. Non abbiamo reagito al loro gioco e ne è venuta fuori una partita nella quale abbiamo realizzato solo 40 punti."

- L'anno scorso avete disputato un'ottima stagione regolare, anche se la vostra avventura nei playoff è terminata presto. Quest'anno quale obiettivo vi siete posti?
"Noi abbiamo la fortuna di essere allenati da un ottimo allenatore come Roberto Ramini, che punta sempre a stimolarci per fare bene. Noi partiamo per arrivare ai playoff e per superare i primi due turni della post season, cosa che non siamo mai riusciti a fare negli anni precedenti. Siamo un ottimo gruppo anche fuori dal campo, la squadra è composta da 15 giocatori tutti di buon livello; per questo sono assolutamente convinto che possiamo fare bene."

- Tra i tanti derby che disputerete quest'anno, qual'è per te il più sentito?
"Sicuramente quello contro la Faleriense perchè in passato sono stato allenato da coach Chierici e perchè gioco contro tanti amici ed ex compagni di squadra. E' stimolante anche il derby contro lo Sporting, perchè è una squadra composta da tutti Under 18, piena di entusiasmo e fisicità. Comunque sia entrambe sono ottime squadre, ed i derby nella passata stagione sono state sempre partite molto belle ed avvincenti."

- Porto Sant'Elpidio è una piccola basket city. Da dove nasce tutto questo entusiasmo?
"Sinceramente non te lo so spiegare. Penso che sia dovuto principalmente al grande lavoro che sta facendo la società del Porto Sant'Elpidio Basket. Fa giocare ed allenare tutti nella massima tranquillità, ogni giocatore è messo nella condizione di fare bene. Tutto questo è possibile perchè nella nostra città ci sono tante persone che amano il basket e lavorano nell'ombra, e che hanno trasferito a tutte le squadre tanto entusiasmo. E la città percepisce questa energia e segue con tanto calore la pallacanestro."

- La Serie B sta conquistando ottimi risultati. Quale pensi possa essere l'obbiettivo dei ragazzi di coach Domizioli?
"La prima squadra sta facendo davvero bene. Il gruppo è composto da ottimi ragazzi e da un allenatore molto preparato. Dietro ad ogni risultato c'è comunque il lavoro fatto quotidianamente dalla società. Il campionato mi sembra molto equilibrato, ed eccetto San Severo che penso sia un gradino sopra le altre, per il resto vedo molte squadre che si equivalgono. Ci aspetta un torneo molto divertente dove tutto può succedere."

- Cosa prevedi nel futuro della pallacanestro a Porto Sant'Elpidio?

"Il basket a Porto Sant'Elpidio è ad uno dei massimi livelli mai raggiunti prima. Penso che la Serie B sia il nostro habitat ideale anche in base alle possibilità economiche. Non dobbiamo dimenticare che la Poderosa Montegranaro da una parte, e la Lube Civitanova dall'altra, attraggono diversi sponsor, per cui credo che si sta facendo davvero bene considerate le possibilità. Il pubblico, che è molto competente e caloroso, forse meriterebbe un altro palcoscenico, però sono sicuro che si stanno ponendo le basi per continuare il nostro percorso anche nei prossimi anni." 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: