Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: la Virtus Civitanova ospita Giulianova, le parole di Lorenzo Andrani

Questa settimana abbiamo fatto qualche domanda a Lorenzo Andreani, play della Rossella ed esperto in canestri allo scadere, come quello per la vittoria nella prima giornata a Fabriano (qui il video: https://goo.gl/k2HCdA) ma anche quello per il supplementare dello scorso anno in casa della Stamura Ancona (video https://goo.gl/1TbVyE). Arrivato proprio la scorsa stagione a Civitanova, dopo otto di Serie B, ha accettato la sfida del presidente Mandorlini di scendere di categoria per vincere il campionato, raggiungendo l´obiettivo per poi iniziare questa stagione con un rendimento al top della sua carriera, visto che è ai suoi massimi per punti (13.4), assist (4.9 e 4° migliore nel girone) e valutazione (15.9).

Andreani sarà un ex nella partita di domenica , infatti con Giulianova giocò nove partite nel 2013/14, con ottime medie per poi passare a Cento con la quale raggiunse la semifinale di Serie B. Nel suo passato da ricordare anche le esperienze a Montegranaro e la più recente a Porto Sant´Elpidio due stagioni fa.

Lorenzo, a Ortona è arrivata una vittoria convincente, qual è stata la chiave secondo te?
"Ad Ortona abbiamo giocato più consapevoli rispetto a Senigallia. L´avversario non era al nostro livello ma siamo stati molto bravi."

Fino ad ora la Rossella è risultata più efficace in trasferta, casualità o c´è qualcosa da migliorare al PalaRisorgimento?

"Molta casualità, sinceramente non saprei dare una spiegazione. Comunque da migliorare c´è molto, sia in attacco che in difesa: dobbiamo soprattutto cercare di essere più costanti."

Oggi che partita sarà contro Giulianova?
"Li abbiamo incontrati in amichevole, ma oggi sono tutt´altra squadra. Giocano bene, sono completi e fisicamente molto preparati. Proveremo a imporre il nostro ritmo cercando di limitare i loro giocatori migliori."

In classifica San Severo sembra irraggiungibile, ma il secondo posto è a soli due punti. Dove credi possa arrivare questa Rossella?

"San severo penso faccia un campionato a parte viste le difficoltà che sta incontrando Bisceglie, che era l´altra favorita. Dalla seconda in giù è un gran casino, si può perdere con chiunque. Speriamo di lottare per un buon posto playoff."

In questi giorni si parla tanto di riforma dello sport e settori giovanili. Per la tua carriera quale credi sia stato il fattore più importante?
"Io non ho fatto un settore giovanile di primo piano. Penso che la mia crescita sia avvenuta quando Macerata mi ha dato l´opportunità di giocare più di 30 minuti a partita in C2 a 18 anni con una squadra molto forte. È stata un´esperienza fondamentale. Avrei potuto scegliere di andare ad Osimo in B1 ma ho sempre pensato che giocare sia fondamentale anche se la categoria è più bassa."

Riccardo Tegazi - Ufficio Stampa Rossella Virtus Civitanova Marche

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: