Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: conosciamoli meglio, quaranta domande a Mattia Pesaresi, fisioterapista dell'Aesis Jesi

Nome: Mattia
Cognome: Pesaresi
Soprannome: Piji o Pitti
Hobby: ascoltare musica
Un aggettivo per definirti: gentile
Squadra del cuore: Inter
Piatto preferito: vincisgrassi di nonna!
Bevanda preferita: birra
Film preferito: Limitless

Attore/attrice preferito/a: Bradley Cooper
Cartone animato preferito: senza dubbio Dragon Ball
Canzone preferita: A modo mio - Mecna
Cantante preferito/a: Mecna
Libro preferito: nessuno
Personaggio sportivo preferito: Javier Zanetti per la sua umiltà
Una persona che ammiri profondamente: Luca Santoni, un grande compagno ma soprattutto un grande amico
La persona che invidi di più: nessuno
La partita che non scorderai mai: Inter 2 - 0 Bayern Monaco
Il tuo quintetto ideale: Peloni. Santinelli, Strappato, Conte, Mosca

Squadra NBA: Cleveland Cavaliers
Un poster nella tua camera: nessuno
Sul -1…. A 5 secondi dalla fine palla a: Pelo
Di solito mi vesto: felpa, jeans e sneakers
Tatuaggi: non li ho
La donna più bella del mondo: Irina Shayk
Piaccio alle donne perchè: non so, forse sarò simpatico?
Cosa cambieresti del tuo corpo: gli addominali
La prima cosa che guardi in una donna: di solito il viso
Il tuo punto debole: come un diesel, parto un po' piano

Il tuo punto forte: come un diesel, poi vado molto meglio
Negli altri apprezzo: simpatia e altruismo
Negli altri detesto: egoismo e prepotenza
Non potrei MAI fare a meno di: le serate con gli amici
Una frase nel tuo dialetto: Santa Maria Noa, chi ce cerca non ce troa
La cosa più trasgressiva che hai fatto: ho mentito a mia madre...le avevo detto che avevo pulito la mia stanza ma non era vero
Se vincessi un viaggio senza meta andrei in: Australia
Un posto per vivere: Madrid, dove sono stato per 3 mesi e mezzo
Il sogno nel cassetto: viaggiare e avere successo
Due parole su quello che ti aspetti da questa stagione: fare un'esperienza stimolante e soddisfacente e creare un bel rapporto con squadra e società

Ufficio Stampa Aesis Jesi

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: