Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Promozione D: alla scoperta dello Sporting Porto Sant'Elpidio insieme a coach Rossano Cappella

Tra le realtà più interessanti del campionato di Promozione anche quest'anno c'è lo Sporting Porto Sant'Elpidio. Squadra completamente composta da ragazzi Under 18 ed Under 20, anche in questa stagione affidata a coach Rossano Cappella. Già lo scorso anno i giovani elpidiensi si erano distinti per aver vinto la regular season, ed anche in questo campionato le stanno andando nel migliore dei modi: cinque vittorie in altrettante partite disputate, tre delle quali arrivate in maniera molto netta. E Venerdì prossimo ci sarà il grande derby contro la Faleriense Basket. E proprio insieme a coach Cappella proviamo a conoscere meglio questa interessante realtà.

- Ciao Rossano, partiamo subito con un piccolo commento sulla vittoria che avete conquistato Martedì sera a San Benedetto?
"E' stata una partita più difficile di quanto non dica il punteggio finale. San Benedetto è una squadra fisica, tosta ed esperta che ci ha messo in difficoltà specie nella prima metà di gara. Abbiamo subito il loro ritmo, più basso rispetto a quello al quale abitualmente ci piace giocare. Il nostro merito è stato quello di aver comunque continuato a giocare la nostra pallacanestro anche quando le cose non ci riuscivano la meglio. E questo alla lunga ha pagato, tanto che dal terzo quarto in avanti siamo riusciti a scappare via ed a portare a casa in due punti."

- L'inizio di questo campionato non è altro che il proseguo del cammino dello scorso campionato. Che cosa vi è mancato nei playoff della scorsa stagione?
"Abbiamo pagato tantissimo in fatto di esperienza e di abitudine a giocare partite come quelle che incontri nei playoff. In regular season i ritmi sono più alti e ci troviamo più a nostro agio. I playoff sono completamente un altro campionato, i ritmi sono molto più bassi e si gioca molto di più a metà campo. E questo lo abbiamo subito parecchio contro una squadra molto esperta e fisica come erano i Titans Jesi,"

- Per la seconda stagione consecutiva disputate il campionato con ragazzi Under 18 ed Under 20. Pensi che questo gruppo possa essere pronto per la Serie D?
"In estate abbiamo riflettuto se chiedere l'iscrizione alla Serie D oppure rimanere in Promozione. Abbiamo scelto la seconda opzione principalmente perchè vogliamo conquistare la Serie D sul campo. Per la crescita dei nostri ragazzi crediamo sia meglio lottare ogni giorno per conquistare la promozione sul campo."

- Quindi il vostro obiettivo è quello di vincere il campionato?
"Il nostro scopo principale è quello di far crescere e far fare esperienza ai nostri ragazzi. Siamo un buon gruppo ma soprattutto siamo un'ottima Squadra. Ci alleniamo forte anche se purtroppo i gruppi Under 18 ed Under 20, che rappresentano le due anime del roster, si allenano sempre separati e mai insieme. Nonostante ciò siamo assolutamente convinti di avere le carte in regola per fare bene."

- Quali pensi possano essere le squadre migliori del girone?
"Quest'anno ci sono tante buone squadre. Vedo molto bene Civitanova, una squadra molto esperta e con giocatori di categoria superiore, ma anche Ascoli, Amandola e le altre due elpidiensi lotteranno fino alla fine per le prime posizioni."

- Anche il livello generale del vostro girone sembra essere più alto rispetto alla scorsa stagione.
"Assolutamente sì. Credo che il campionato di Promozione negli ultimi anni sia cresciuto parecchio, ed il nostro girone in particolare sia migliore rispetto a quello della passata stagione."

- Venerdì giocherete il derby contro la Faleriense. Quali delle tante stracittadine che affrontate durante il campionato sentite di più?
"In squadra abbiamo due correnti di pensiero: c'è il gruppo Under 18 che nel loro campionato giovanile hanno come Vice Allenatore Roberto Ramini, coach della Pallacanestro Porto Sant'Elpidio, per cui sentono questa gara di più rispetto alle altre. Dall'altra parte invece c'è che sente particolarmente la gara contro la Faleriense che per noi resta un tabù, avendoci già battuto due volte su due la scorsa stagione."

- E proprio Venerdì proverete a sfatare questo tabù?
"La Faleriense è un'ottima squadra: hanno fisicità, intensità corrono parecchio e difendono forte; inoltre sono un grande gruppo il cui nucleo centrale gioca insieme da diversi anni. Sarà sicuramente una bellissima partita di fronte a tanto pubblico, e noi speriamo di riuscire finalmente a batterli. 

Vorrei approfittare di questo spazio per ringraziare personalmente due persone che lavorano dietro le quinte della nostra società ma senza le quali non potremmo fare ciò che facciamo. Sto parlando di Giuseppe Fracassa e Ulderico Basili, genitori di due nostri giocatori, anche se Fracassa quest'anno non è più con noi, che fanno un grandissimo lavoro tutti i giorni. Sono sempre disponibili per accompagnarci in trasferta e sono sempre presenti per risolvere ogni nostra esigenza. Li voglio davvero ringraziare per la loro presenza e la loro disponibilità quotidiana."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: