Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: la Victoria Fermo torna a mani vuote dalla trasferta di Ascoli

Non basta un ultimo quarto da 29 punti per tornare vittoriosi dalla trasferta di Ascoli. Infatti la Marcozzi Fermo, esce sconfitta per 69 a 60 al termine di una gara che per trenta minuti ha visto i fermani completamente fuori dal match, sotto i colpi di Mazzella e C. che fin dai primi minuti di gioco hanno avuto fin troppa vita facile. I 24 punti subiti al termine del primo quarto, sono emblematici su come non applicarsi in difesa, soprattutto se si pensa che le energie fisiche sono ancora al massimo. In attacco il solo Del Buono riesce a vedere il canestro, per gli altri è notte fonda.

L’intervallo sul 38 a 23 tiene ancora aperta una piccola chance per Mancini e compagni, ma è ovvio che dovrà cambiare completamente l’atteggiamento difensivo. Cosa che bene o male avviene, ma fare un canestro diventa impresa memorabile. Il parziale termina sul 12 a 8 per i padroni di casa con i fermani intenti a litigare con la coppia arbitrale rea di non fischiare nulla sotto le plance avversarie; la partita si innervosisce, coach Marcaccio viene espulso per proteste dopo l’ennesimo non fischio, per una legnata su Belleggia che tutti avrebbero visto anche fuori dal palazzetto. La gara gia’ di per se in salita, prende la quasi definitiva via della sconfitta sul 50 a 31 dell’ultimo mini intervallo.

Quello che non ti aspetti piu’ pero’ accade, Del Buono e Belleggia si caricano la squadra sulle spalle e inizia una rimonta che viene mortificata a poco meno di due minuti dalla sirena (62-55) da un assurdo fischio allo scadere tra l’altro dei 24 per un inesistente fallo su un tiro da tre di Nanni, il quale poi realizzerà tutti e tre i liberi a disposizione chiudendo di fatto la gara.

L’alibi del pessimo arbitraggio, non puo’ pero’ essere il motivo di una partita giocata in maniera cosi scriteriata per i primi trenta minuti, per poi ridurla al tentativo di miracolo degli ultimi dieci. La prossima gara vedra’ la Marcozzi impegnata contro il capolista Tolentino, un match sulla carta molto difficile ma che dovrà per forza di cose essere affrontato con atteggiamento iniziale completamente diverso da quello di stasera e di qualche altro match, finito allo stesso modo con la sconfitta.

VICTORIA FERMO
: Mancini, Verdecchia 7 Del Buono 33 Spicocchi, Belleggia 17 Bernard 3 Raccichini, Marota, Ricci, D’Onofrio, Menghini.

Ufficio Stampa Victoria Fermo

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: