Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C Siver: i protagonisti del campionato, intervista ad Alessandro Bini (Robur Osimo)

La vittoria ottenuto Domenica scorsa contro la Pallacanestro Urbania ha rilanciato in classifica la Robur Osimo che, con un bilancio di sei vittorie e quattro sconfitte, occupa il quinto posto al pari della Pallacanestro Pedaso. Un bilancio sicuramente positivo per la squadra allenata dall'esordiente coach Gabriele Marini che in queste prime diverse giornate ha dovuto anche fare i conti l'assenza per alcune partite di un punto di riferimento come Michele Domesi. Uno dei gli uomini migliori tra gli osimani è stato Alessandro Bini, ala classe 1995, attualmente terzo miglior marcatore del campionato con oltre 18 punti a partita ed un high di 31 punti realizzato contro San Benedetto.

- Ciao Alessandro, la vittoria arrivata in maniera convincente contro Urbania vi ha immediatamente rimesso in carreggiata dopo il brutto stop di Recanati.
"E' stata una vittoria molto importante sia per la classifica che per il morale, dato che arrivavamo da una brutta partita giocata a Recanati. Abbiamo messo in campo una grande intensità soprattutto difensiva come dimostrano i soli 51 punti concessi ad un avversario come Urbania. Chiunque è sceso in campo ha dato il suo contributo ed è stato determinante per la vittoria."

- Fino ad ora il vostro cammino è stato caratterizzato da diversi alti e bassi. Come te lo spieghi?
"Credo sia dovuto al fatto che la squadra da molti ragazzi giovani alla loro prima reale esperienza in campionato come quello di Serie C. Questi ragazzi sono nel roster non per fare numero, ma per darci ogni settimana minuti importanti. Lo stanno facendo alla grande ed ogni settimana di più, ma vanno messi in conto degli alti e bassi. Un altro motivo è sicuramente dovuto al fatto che a causa degli infortuni non abbiamo avuto per diverse gare Michele Domesi, in una è stato fuori Cardellini; e tutto ciò ci crea qualche problema anche in allenamento."

- Sabato vi attende una dura trasferta a Matelica, contro una squadra in continua crescita nelle ultime settimane.
"Ci attende una delle partite più difficili della stagione. Loro sono probabilmente la squadra più in forma del campionato, hanno tanta fiducia ed affrontarli in trasferta non fa altro che aumentare il grado di difficoltà della gara. Noi dovremo prepararci nel migliore dei modi, ed in campo dovremo essere perfetti."

- Fino ad ora il campionato è stato caratterizzato da un grande equilibrio, basti pensare che le squadre dal secondo al nono posto sono racchiuse in soli quatto punti.
"Il livello del campionato è cresciuto parecchio rispetto alle passate stagioni. Ci sono tante squadre forti e competitive, ed ogni settimana devi sudarti la vittoria contro chiunque. Questo equilibrio testimonia che ci sono tante formazioni sullo stesso livello, e tutto ciò non fa che rendere il campionato molto bello ed incerto."

- Quali pensi che possano essere le squadre che alla fine occuperanno i primi posti della classifica?
"Il Campetto Ancona è senza dubbio la squadra favorita e meglio attrezzata del campionato. Subito dietro vedo molto bene Matelica e Fossombrone; ma credo che anche il Pisaurum e la Sutor Montegranaro potranno dire la loro fino alla fine."

- Ed invece voi dove potete arrivare?
"Dall'inizio della stagione ci siamo sempre detti che il nostro obiettivo principale doveva essere quello di conquistare la salvezza il prima possibile. Però allo stesso tempo sono convinto che abbiamo tutte le carte in regola per entrare nei playoff. Stiamo lavorando forte ogni giorno e sono molto fiducioso sul nostro futuro; dovremo essere bravi a trovare quella continuità che fino ad ora ci è mancata."

- A livello individuale stai disputando un ottimo campionato. Quale obiettivo ti sei dato per questa stagione?
"Sono abbastanza soddisfatto di quanto ho fatto finora, ma voglio assolutamente limare alcuni difetti che ancora ho. Su tutti quello di migliorare nelle letture e nelle scelte da fare in campo, così come mi sono riproposto di crescere nel lato difensivo del campo."

- Il pubblico ad Osimo da sempre rappresenta una componente molto importante. Che cosa ti senti di dire ai vostri tifosi in vista del resto della stagione?
"Personalmente sono molto soddisfatto di essere venuto a giocare ad Osimo che ha dimostrato in passato e sta dimostrando quest'anno di essere una piazza che tiene tantissimo alla pallacanestro. Spero di vedere sempre più gente al palazzetto e spero che possiamo regalare ai nostri tifosi le soddisfazioni che meritano."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: