Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Promozione A: i protagonisti del campionato, intervista a Marcello Alberto (Vuelle Pesaro B)

Tra le realtà che stanno emergendo in questa prima parte del campionato di Promozione troviamo la Vuelle Pesaro B, attualmente al terzo posto in classifica nel Girone A, grazie a sei vittorie e due sconfitte. Uno dei giocatori più importanti della squadra pesarese è sicuramente Alberto Marcello, esterno classe 1984, protagonista da anni nei campionati minor, arrivato in maglia Vuelle dopo l'esperienza dello scorso anno con i New Basket Montecchio.

- Ciao Alberto, parlaci un pò di te e di quelle che sono state le tue esperienze fino ad ora.
"Ho iniziato a giocare a pallacanestro all'età di sei anni con la maglia del Camb Montecchio, la squadra del mio paese. La pallacanestro è da sempre lo sport di famiglia tanto che con me hanno iniziato a giocare anche i miei due fratelli gemelli. Ho disputato tutto il settore giovanile con il Camb, e poi nel 2002/2003 sono entrato nel giro della prima squadra che quell'anno vinse il campionato di Promozione salendo in Serie D. Nei successivi cinque anni ho giocato la Serie D con il Camb, poi sono andato a Cattolica dove sono rimasto tre anni, e poi in successione un anno a Morciano, uno con la Vuelle Pesaro B, uno con il New Basket Montecchio e quest'anno di nuovo con la Vuelle Pesaro B."

- Siete reduci da cinque vittorie consecutive che vi hanno rilanciato dopo una partenza così così.
"In estate la squadra è cambiata parecchio per cui all'inizio abbiamo un pò faticato a trovare i giusti equilibri e l'affiatamento migliore. Poi siamo migliorati gara dopo gara ed anche i risultati sono iniziati ad arrivare. Sono sicuro che abbiamo ancora ampi margini di miglioramento, quindi se continueremo a lavorare forte non potremo che crescere ulteriormente."

- In estate sono arrivati diversi giocatori importanti per il campionato provenienti anche da categorie superiori. Qual'è il vostro obbiettivo per questa stagione?
"Diciamo che tutti i nuovi arrivi sono stati un pò casuali. Alessandro Medde è un mio amico da sempre e quando ho saputo che aveva voglia di fare una nuova esperienza l'ho convinto a venire a giocare con noi. E' un giocatore sicuramente di categoria superiore, e le sue ultime prestazioni lo stanno dimostrando. Anche gli arrivi di Kao, Pozzoli ed Alessandrelli sono importanti per il campionato di Promozione e dimostrano che abbiamo tutte le intenzioni di fare le cose per bene."

- Quali pensi possano essere le avversarie meglio attrezzate?
"Nel nostro girone le squadre migliori sono sicuramente i Wildcats Pesaro e la Vadese, e sicuramente si giocheranno fino alla fine i primi posti in classifica. Nell'altro girone che coinvolge le squadre pesaresi, Chiaravalle e Falconara sono le due squadre che si giocheranno i primi posti fino a fine campionato."

- Sono diversi anni che giochi il campionato di Promozione. Come ti sembra il livello di questo campionato rispetto a quello delle stagioni precedenti?
"Credo che il campionato sia molto più difficile rispetto a quello dello scorso anno. Il livello tecnico è sicuramente aumentato, e questo non fa altro che rendere il torneo più bello ed avvincente"

- Nell'arco di una stagione giocate tanti derby. Qual'è quello che sentite di più?
"Per ciò che riguarda la squadra la partita più sentita è sicuramente quella contro i Wildcats sia perchè sono una delle squadre da battere, ma anche per il fatto che ci conosciamo tutti da tanti anni e quindi e sempre molto bello giocare contro di loro. Per ciò mi riguarda sento parecchio la partita contro la Vadese perchè è la squadra dove da quest'anno gioca mio fratello Alessandro."

- Tra le tante partite che hai giocato, quali sono quelle a cui sei più legato?
"Sono essenzialmente due. La prima è una gara 3 della finale playoff del campionato di Prima Divisione che disputai con la maglia di Cattolica contro Riccione. Fu un derby molto sentito e combattuto e con quella vittoria, arrivata in un palazzetto strapieno di gente, ci permise di vincere il campionato e di conquistare la promozione. E poi non posso assolutamente dimenticare la vittoria del primo campionato a Montecchio con Massimo Morelli come allenatore. Quell'anno salimmo dalla Promozione alla Serie D. Devo tanto a coach Morelli che mi ha fatto crescere come giocatore ed ha creduto in me."

- Ed invece ce n'è qualcuna che vorresti dimenticare oppure rigiocare?
"Sicuramente vorrei poter rigiocare una partita di quarti playoff con la maglia del Camb Montecchio che perdemmo ad Ancona. Fu decisivo un mio errore al tiro a 5" dalla fine che ci costò l'eliminazione."

- Da pesarese non possiamo non chiederti se segui la Vuelle e cosa ti aspetti da questo campionato.
"Seguo la Vuelle e non potrebbe essere altrimenti. Speravo in una stagione meno sofferta rispetto alle precedenti, ma credo che ci sarà da lottare parecchio per raggiungere la salvezza. La squadra di questa stagione è sicuramente la migliore delle ultimi anni, c'è affiatamento, tutti lottano su ogni pallone, e questo credo sia merita di un coach come Spiro Leka che mette ogni giorno anima e cuore per regalare delle soddisfazioni alla città che l'ha accolto tanti anni fa."

Giuseppe Contigiani

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: