Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A Femminile: caso Hamby - Tikvic, tre mesi di squalifica per l'atleta americana

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/11-12-2017/serie-a-femminile-caso-hamby-tikvic-tre-mesi-di-squalifica-per-l-atleta-americana-270.jpg

Social

E' arrivato l'atteso comunicato del Giudice Sportivo in merito al grave gesto compiuto dall'atleta Dearica Hamby, giocatrice della Virtus Ragusa, nei confronti di Ivana Tikvic, giocatrice della Pallacanestro Torino (vedi qui il Video). Di seguito le decisioni del giudice.

DEARICA MARIE HAMBY (Atleta PASSALACQUA RAGUSA). Inibizione per mesi tre fino al 11/03/2018 per aver tenuto un comportamento gravemente violento in fase di gioco, nei confronti di una giocatrice avversaria avendola colpita con un pugno alla parte posteriore del collo causandone la caduta. Immediatamente dopo la caduta nuovamente la giocatrice Hamby ha violentemente colpito la giocatrice Tikvic a terra colpendola con i piedi ed inveendole contro.

Tale comportamento gravemente violento ed antisportivo non giustificabile con la competitività sportiva deve ritenersi volontario, intenzionale, doloso e perpetrato a gioco fermo con la giocatrice avversaria a terra. Per l'estrema gravità del fatto, questo giudice nel valutare l'adeguata sanzione da comminare ha preso in considerazione le due fasi in cui il citato comportamento si è verificato oltre alle offese dirette all'avversaria Tikvic.

GIOVANNI GARRONE (Presidente PALLACANESTRO TORINO). Inibizione fino al 18/12/2017 per aver protestato verso le decisioni arbitrali in modo veemente. Nella determinazione della sanzione si è tenuto conto dell'aggravante relativa alla carica di Presidente della società.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: