Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: lo Janus Fabriano torna a mani vuote dalla trasferta di Cerignola

Dopo il primo mattone contro Val Di Ceppo, Fabriano non riesce ad allungare la striscia di vittorie e si ferma al PalaDiLeo appena quattro giorni dopo. Una gara sempre condotta dai padroni di casa di Cerignola e chiusa sul 72-64.
E' di nuovo fatale l'ultimo minuto di gioco! Così come nelle trasferte di Campli e di Senigallia, anche a Cerignola, dopo trentanove minuti di equilibrio, nei possessi decisivi la Ristopro si arrende. Si arrende ad una Castellano Udas più continua lungo l'arco di una sfida tanto importante, quanto intensa, in ottica salvezza. Alla partenza sprint dei padroni di casa nel primo periodo, coach Aniello risponde con un minuto di sospensione e qualche goccia d'olio nei meccanismi difensiva. Fabriano allora prende le misure, ma soffre i rimbalzi offensivi dell'UDAS, che capitalizza i secondi palloni giocabili.

Lorenzo Bruno però, imbeccato dal solito trio di esterni Filiberto Dri, Michele Bugionovo e Fabrizio Gialloreto, deposita nel sacco tutti i palloni che giungono dalle sue parti, permettendo agli ospiti di rimanere aggrappati al match. A Cerignola servono centoventi secondi di turbo per rientrare negli spogliatoi con una doppia cifra di margine, che Simone De Angelis e compagni spengono immediatamente al ritorno in campo dopo la pausa lunga. Due triple di Bugionovo e Gialloreto e l'elastico riparte prontamente. Manca davvero un centesimo alla Ristopro per fare quella lira valida ad agganciare e sopravanzare Cerignola, non arriva.

Coach Marinelli si rifugia nelle mani di Colonnelli e di un super Giovanni Gambarota (19 alla fine per il numero 6 dell'Udas). Fabriano però non molla e con una tripla di Filiberto Dri è di nuovo lì a meno tre. Finita? No, c'è anche lo step back del capitano Bugionovo a costringere coach Marinelli alla sospensione. Sull'ennesimo possibile vantaggio però, la Janus sbaglia e Cerignola punisce. Dalla lunetta poi i padroni di casa sono infallibili, due punti meritati.
Si torna al PalaGuerrieri per la quattordicesima giornata, arriva la Pescara di coach Rajola seconda in classifica. Domenica 17, ore 18. DAI FABRIANO!

Castellano Udas Cerignola - Ristopro Fabriano 72-64 (21-19, 17-8, 16-20, 18-20)

UDAS CERIGNOLA
: Colonnelli 18, Gambarota 19, Marchetti 7, Ippedico 2, Dinoia ne, Tredici 15, Kushchev 5, Sabbatino ne, Grittani ne, Markus 6, Raicevic. All. Marinelli

RISTOPRO FABRIANO
: Dri 20, De Angelis 6, Bruno 12, Bugionovo 11, Fanesi ne, Jovancic, Quercia, Cicconcelli ne, Cimarelli, Vita Sadi 2, Gialloreto 13. All. Aniello. Ass. All. Tavares, Panzini.

Lorenzo Ciappelloni - Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: