Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A: Vuelle Pesaro attesa dalla trasferta di Cantù, poi arriva un ciclo di fuoco

Continua a fatica la stagione 2017/2018 della Vuelle Pesaro, sconfitta di misura contro Avellino dopo un primo quarto disastroso ad una settimana di distanza dalla sconfitta di misura a Pistoia.

La squadra di coach Leka rimane a fondo classifica, due punti avanti alla New Basket Brindisi e staccata di 2 punti dal gruppone formato da Varese, Reggio Emilia, Cremona e Pistoia. 3 vittorie in 11 partite sono un bilancio magrissimo e le prossime partite non danno molte chance; il 2017 si chiuderà sul campo della Red October Cantù, mentre l'inizio del 2018 sarà di fuoco, con i match contro Milano (il 2 gennaio), Venezia (il 7) e Sassari (il 15) per chiudere il girone d'andata.

Una vittoria in quattro partite sarebbe già un risultato positivo, ma l'inizio del girone di ritorno sarà fondamentale per mantenere la fiducia in una salvezza ancora a portata di mano. Il cambio di passo può arrivare dalla maturazione di un gruppo fino a questo punto indecifrabile; capace di tutto e del contrario di tutto anche nell’arco di una sola partita. La Vuelle si può definire una squadra talentuosa ma ancora immatura, capace di furiose rimonte ma non abbastanza lucida da chiudere le partite punto a punto nel finale.

Resta chiaro che il vero punto debole della formazione di coach Leka sia l’assenza di un vero playmaker, di un leader in campo capace di fare da punto di riferimento per tutto il gruppo e di dettare schemi e ritmi di gioco con la necessaria determinazione. Come dire che i ragazzi in biancorosso non mancano sicuramente di orgoglio e di voglia di battersi senza risparmio, ma che questo troppo spesso non basta per portare a casa vittorie che sarebbero anche meritate.

Gli esperti di scommesse di pallacanestro credono ancora nel futuro della Vuelle e in una sua ripresa, anche se nelle prossime 5 partite partirà sempre da sfavorita. Si può sperare in un calo di concentrazione di Milano ad inizio anno, sperando che la squadra di coach Pianigiani abbia esagerato con i festeggiamenti di capodanno.

Chi sarà il leader della Vuelle nel 2018? Arriveranno dei rinforzi? Dallas Moore è sempre il migliore dal punto di vista statistico, mentre neo arrivato lettone Kuksiks si è subito incaricato di migliorare le % da 3 punti della squadra, vero tallone d'achille stagionale (31,1% di squadra dopo 11 partite). Forse sarà lui l'uomo della svolta, sicuramente qualcosa deve cambiare per far volare Pesaro e ottenere la salvezza senza troppi patemi.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: