Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: verso il derby Aesis - Taurus, intervista a Damiano Bellesi (Taurus Jesi)

Tra i giocatori più iin forma di queste ultime giornate del Girone A del campionato di Serie D Regionale, c'è sicuramente Damiano Bellesi, guardia classe 1990, del Taurus Jesi che nelle ultime tre giornate di campionato ha viaggiato a quasi 26 punti a partita, grazie ai quali è risalito fino alla sesta posizione della classifica marcatori generale del campionato con 16,5 punti messi a segno ad ogni allacciata di scarpe. e noi lo abbiamo intervistato nella settimana che segue la sconfitta subita nel derby contro la Virtus Jesi, ma che porterà all'altra grande stracittadina contro l'Aesis Jesi.

- Ciao Damiano, iniziamo con due parole sulla sconfitta arrivata nel derby contro la Virtus 88.
"Abbiamo sicuramente pagato un approccio non positivo alla partita, nella quale poi la fisicità dei loro lunghi ci ha messo particolarmente in difficoltà. Loro sono cresciuti parecchio rispetto alla gara di andata ed hanno giocato una buona partita. Noi ci siamo svegliati tardi, siamo poi riusciti a rientrare in partita ed abbiamo avuto anche le occasioni per vincerla, ma non ci siamo riusciti. La Virtus ha comunque meritato più di noi di portare a casa i due punti."

- Fino ad ora non siete mai a riuscire la giusta continuità di gioco e quindi di risultati. Quali sono stati i motivi principali secondo te?
"Il motivo principale è sicuramente quello dei tanti infortuni che abbiamo subito fin dall'inizio, e che non ci hanno mai permesso di poter lavorare al completo durante la settimana. Tutto questo poi lo abbiamo pagato in campo. Spesso facciamo fatica ad allenarci bene ed al completo, ma fortunatamente siamo un ottimo gruppo che sta bene sia in campo che fuori, e questo nonostante tutto ci ha permesso sempre di superare le difficoltà con forza ed entusiasmo. Ma se non riesci ad allenarti bene tutte le settimane, poi fai fatica a trovare quella continuità necessaria per fare un campionato ad alto livello."

- Anche perchè fino ad ora il campionato è stato molto equilibrato ed ha mostrato un livello superiore allo scorso anno.
"Il nostro girone è sicuramente molto difficile ed equilibrato. Se escludiamo Fermignano e l'Aesis Jesi che fino ad ora si sono dimostrate di un livello superiore alle altre, dal terzo posto in giù la classifica è molto corta. E' un campionato dove puoi vincere o perdere contro chiunque, per questo è ancora più importante allenarsi forte e con continuità."

- Venerdì sera siete attesi da un altro derby sul campo dell'Aesis Jesi. Che partita ti aspetti?
"Sarà una partita molto difficile sia per il valore del nostro avversario sia perchè si tratta di un derby. Noi dovremo mettere in campo tutto quello che abbiamo e forse anche qualcosa in più per provare a portare a casa la partita. L'Aesis è una squadra ben allenata e che fisicamente ha qualcosa più di noi. Da parte nostra c'è grandissima voglia di fare bene e di giocare una grande partita, conquistare i due punti sarebbe molto importante sia per il morale che per la classifica."

- Tu fino ad ora hai disputato un'ottima prima parte di campionato. Quali sono i tuoi obiettivi per i prossimi mesi?
"Io voglio continuare a divertirmi come ho fatto fino ad ora. Anche se per motivi lavorativi non riesco ad allenarmi più di uno massimo due giorni a settimana, voglio continuare a dare il massimo per questa squadra."

- Ed invece come squadra dove pensi che potrete arrivare?
"Il nostro obiettivo deve essere quello di provare a conquistare i playoff, e di arrivarci nella migliore posizione possibile. Poi ce la giocheremo e vedremo cosa saremo in grado di fare."

- Se dovessi comporre il tuo quintetto ideale pescando tra tutti i giocatori con i quali hai giocato, chi sceglieresti?
"Il mio quintetto sarebbe composto da Strappato, Guida, Curzi e Penna, oltre ovviamente al sottoscritto."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: