Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: post Senigallia - Ortona, le parole di coach Foglietti, Giacomini e Maiolatesi

Soddisfatto, e non potrebbe essere diversamente, coach Foglietti nel post partita.

Dopo un trittico di sfide tirate, quello che ha messo di fronte alla Goldengas nell'ordine Recanati, Porto Sant'Elpidio e Teramo, dove le motivazioni arrivavano da sole, la gara casalinga con Ortona poteva rischiare di essere approcciata non al massimo dell'attenzione. La gara di fatto è durata però tre minuti...
“Sono partite in un certo senso pericolose, dove rischi di rilassarti e complicarti la vita. Non è stato questo il caso. Abbiamo avuto delle percentuali al tiro incredibili (67% da 2 38% da 3) che vorrei avere anche con Giulianova la prossima partita.”

Tra le tante cose positive della partita con Ortona c'è sicuramente l'aver visto i tre under Angeletti, Del Torto e Maiolatesi in campo.
“Angeletti e Del Torto sono al loro secondo anno nel giro della prima squadra e si conoscevano già. Sono ragazzi affidabili, sempre disponibili ad allenarsi con voglia. Maiolatesi e Figueras (altro 2001 nell'orbita della prima squadra) sono al loro primo anno e stanno crescendo. Penso che metterli in campo sia il minimo che si possa fare. Purtroppo le occasioni fino ad ora non sono state tantissime, ma sono contento per loro e mi auguro che questo sia solo l'inizio”

Visto che della partita con Ortona c'è, onestamente, poco altro da raccontare facciamo un passo avanti e andiamo a domenica prossima quando a Senigallia arriverà la Giulianova dell'ex Bastone.
“La prossima sarà come una finale guardando la classifica. Vincendo andremmo a +4 col vantaggio anche degli scontri diretti a favore. E'una partita che dobbiamo vincere a tutti i costi e in settimana cercheremo di prepararla nel miglior modo possibile perchè è una partita che ci può dare molto anche in termini di tranquillità per le partite successive.”

Apprezzato come difensore, dove spesso è incaricato di mettere la museruola ai principali realizzatori avversari, nelle ultime partite quattro partite Marco Giacomini è andato sempre in doppia cifra e nel 2018 sta viaggiando a 13 punti di media.

Da esordiente in Serie B l'inserimento nella nuova categoria com'è stato?

“C'è un bel salto dalla C alla B, sia a livello fisico che a livello tecnico. Ho pensato che il modo migliore per entrare in questa nuova categoria potesse essere difendendo alla morte sapendo che poi in attacco tutto quello che arriva è frutto di ciò che si fa dietro. La squadra aiuta, è un buon gruppo, ci passiamo la palla, e questo ha favorito il mio esordio in B.”

La partita con Ortona poteva provocare qualche calo di concentrazione, così non è stato.
“Ci volevamo riscattare dopo la partita contro Teramo. La voglia di rifarci era tanta. Abbiamo fatto vedere di avere carattere e voglia di fare bene, speriamo di mantenere questo rendimento anche nelle prossime partite.”

Domenica prossima, ancora in casa, una partita definita “come una finale” contro Giulianova. Come ci arriverà la Goldengas?

“Con Giulianova sarà una partita importantissima. Giochiamo di fatto contro una pari classifica che ha le nostre stesse caratteristiche. Noi dobbiamo fare sempre il nostro, quello che abbiamo fatto in ogni partita mettendoci aggressività, voglia, intensità. Noi pensiamo a questo e i risultati arriveranno.”

All'esordio con la maglia della B, un emozionato Tommaso Maiolatesi (prodotto del settore giovanile della Pallacanestro Senigallia così come Del Torto e Angeletti che già avevano saggiato il campo con la maglia della prima squadra).
“Contento di essere entrato e di quello che ho fatto. Davanti a molti miei compagni di squadra e amici che erano a vedere la partita, è stata una bella emozione. Speriamo di avere altre occasioni. Tra l'esordio e il canestro del centesimo punto dovrò portare paste doppie ai prossimi allenamenti.”

Ufficio Stampa Pallacanestro Senigallia 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: