Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Promozione C: verso il big match Fabriano - Matelica, intervista a Dimitri Porcarelli (Matelica)

Vigilia dell'atteso scontro diretto tra i Bad Boys Fabriano e la Vigor Matelica, le due capolista del Girone C del campionato di Promozione, che si affronteranno Sabato pomeriggio alle ore 18:00 (diretta streaming sulla pagina facebook dei Bad Boys Fabriano). Dopo aver analizzato il momento dei Bad Boys insieme al presidente Davide Cola, andiamo a curiosare in casa Vigor e lo facciamo con uno dei suoi uomini più rappresentativi, Dimitri Porcarelli, playmaker classe 1992, autore fino ad ora di oltre 10 punti a partita.

- Ciao Dimitri, contro l'Independiente Macerata è arrivata la decima vittoria consecutiva. Che partita è stata?
"Non è stata affatto una partita facile. Noi abbiamo sofferto fisicamente la squadra maceratese che ci ha reso la vita particolarmente difficile. Non abbiamo avuto le silite percentuali al tiro, tanto che abbiamo chiuso la gara con soli 60 punti realizzati, che sono pochi rispetto alle nostre abitudini. Nel finale comunque siamo stati bravi, abbiamo realizzato un paio di triple che ci hanno consentito di allungare e portare a casa i due punti."

- Siete una delle novità del campionato di Promozione di quest'anno. Come è nata in estate l'idea di partecipare a questo torneo?
"Tutto è partito quasi per caso. Sono stato contattato da alcuni dei miei attuali compagni che mi hanno prospettato la possibilità di partecipare al campionato, all'inizio ero un pò dubbioso, poi però una volta saputo che avrei giocato con tanti amici ed ex compagni di squadra del passato, con i quali avevo condiviso delle esperienze nelle giovanili, ho accettato la proposta. Siamo un ottimo gruppo, che sta mettendo tanto entusiasmo e volontà in questa avventura."

- Fino ad ora avete fatto un campionato ai limiti della perfezione. Pensi che avete ancora dei margini di crescita?
"Io sono convinto di sì. Da questa estate siamo migliorati tanto ed abbiamo fatto molto bene fino ad ora, però dobbiamo ancora trovare i nostri migliori equilibri, ma soprattutto dobbiamo imparare a giocare meglio di squadra. Abbiamo trovato poche difficoltà in questa prima parte di stagione, e quando vinci le partite con ampi scarti è difficile metterti alla prova e crescere. Per affrontare i playoff al massimo, dobbiamo però fare un altro passo in avanti ed aumentare il nostro livello di gioco."

- Sabato affronterete i Bad Boys che occupano con voi il primo posto della classifica, e che tra l'altro sono l'unica squadra ad avervi battuto quest'anno. Che partita ti aspetti?
"Sarà sicuramente una partita molto difficile e combattuta. Mi aspetto una gara intensa e che sarà punto a punto, e penso che si deciderà solo alla fine. Loro giocano una pallacanestro molto aggressiva, fatta di velocità e contropiedi, noi dovremo essere bravi ad imporre il nostro gioco ed il nostro ritmo."

- Considerato che la gara di andata è terminata con uno scarto di soli 2 punti (64-66), chi vincerà conuisterà il vantaggio neglio scontri diretti e metterà una seria ipoteca al la conquista del primo posto nella regular season.
"E' ancora prematuro per parlare di primo posto della regular season, anche perchè dopo la gara con i Bad Boys dovremo ancora incontrare squadre molto difficili e competitive come l'Adriatico Ancona, Morrovalle ed il P73 Conero. Però riuscire a ribaltare il -2 dell'andata, conquistare il vantaggio nello scontro diretto ed andare due punti avanti in classifica sarebbe molto importante."

- Pensi che avete le possibilità per vincere il campionato e salire in Serie D?
"Fino ad ora abbiamo fatto molto bene, per cui non ti nascondo che ci pensiamo ad un possibile salto di categoria, ma il cammino è ancora molto lungo e pieno di insidie, per cui dobbiamo continuare a lavorare ed a tenere i piedi per terra. Adesso il nostro primo obbiettivo deve essere quello di arrivare ai playoff da primi in modo da avere tutte le gare decisive in casa nella seconda fase."

- Considerato che nei playoff incontrerete le squadre del Girone D, ti sei fatto un'idea su quelle che potranno essere le vostre maggiori avversarie?
"Non conosco molto bene quel girone. Durante la pausa di fine anno abbiamo disputato un'amichevole contro Amandola, che mi ha fatto una buona impressione anche se noi eravamo senza mezza squadra. Adesso pensiamo a fare bene in questa seconda parte del girone di ritorno, poi guarderemo ai playoff."

- Fino ad ora è stata una bella stagione per la pallacanestro matelicese anche guardando al percorso fatto dalla squadra in Serie C.
"Dopo qualche annata difficile fino ad ora è stata una bella stagione, che va assolutamente confermata da qui alla fine. Avere una squadra di Matelica anche in Serie D sarebbe molto importante anche per dare spazio a tutti quei giovani che non trovano spazio in Serie C, ma ripeto la strada è ancora lunga per cui testa bassa e pedalare."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: