Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Varie: Venerdì 13 Aprile ad Ancona " Sport e Salute " con Flavio Tranquillo e Cesare Pancotto

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/05-04-2018/varie-venerdì-13-aprile-ad-ancona--sport-e-salute--con-flavio-tranquillo-e-cesare-pancotto-270.jpg

Social

Dopo il rinvio per motivi legati alle cattive condizioni meteo, è finalmente tutto pronto per “Sport e Salute”, la grande serata del Teatro delle Muse di Ancona che coniugherà basket e medicina con l’intervento di illustri ospiti. La data confermata è quella di VENERDI 13 APRILE quando il teatro dorico si illuminerà con l’evento organizzato da Filodiffusione in collaborazione con il CAB Stamura. Una serata dove i protagonisti saranno anche i giovani atleti biancoverdi che popoleranno la platea delle Muse accompagnati dai loro istruttori, allenatori, dirigenti e genitori. Con loro anche altri giovani atleti delle altre Società di Ancona e del territorio che hanno capito l’importanza dei contenuti che saranno presentati nel corso della serata.

Lo sport è uno strumento essenziale nell’educazione individuale alla salute intesa come benessere fisico, psichico e di inclusione sociale. La serata cercherà infatti di far vivere ai ragazzi tali valori tramite esperienze ed emozioni comunicate con esempi, parole, video e musica. L’importanza, la qualità umana e la professionalità degli ospiti renderà davvero unico l’evento.

Saranno ospiti sul palco del Teatro delle Muse:

FLAVIO TRANQUILLO. L’inconfondibile voce del basket. Giornalista, telecronista, scrittore. Punto di riferimento per gli amanti della palla a spicchi e non solo.

MAURIZIO BATTINO. Professore di biochimica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Politecnica delle Marche e uno dei maggiori esperti mondiali di scienze dell’alimentazione.

CESARE PANCOTTO. Allenatore di basket. Un marchigiano con oltre 1000 panchine da professionista e migliore allenatore in Serie A nel 2006 e 2016.

Parteciperanno altri importanti personaggi del mondo dello sport, spettacolo e medicina, il tutto sotto la conduzione di Maurizio Socci.

La serata inizierà alle ore 21.00. INGRESSO GRATUITO. Per prenotazioni inviare mail a filodiffusionean@gmail.com – buonaseramarche@gmail.com

Biografia degli ospiti:

FLAVIO TRANQUILLO: Nato a Milano il 31 gennaio 1962. Si diploma al Liceo Ginnasio Tito Livio di Milano e frequenta la Facoltà di Economia e Commercio all’Università “Luigi Bocconi”. Negli anni del liceo e dell’Università è attivo come arbitro federale di pallacanestro nelle serie giovanili e minori del milanese (più tardi sarà anche allenatore nelle minors milanesi). Contestualmente, comincia a collaborare con pubblicazioni specializzate dedicate al football americano ed al basket, in particolare con la rivista Superbasket, all’epoca diretta da Aldo Giordani, indiscusso maestro. Comincia la sua carriera radiofonica nel 1983 a Radio Press Panda sostituendo temporaneamente il radiocronista delle partite dell’Olimpia Milano , tale Federico Buffa.

Al rientro dagli USA l’avvocato gli concede generosamente di restare come seconda voce (qualche anno dopo i ruoli si invertiranno). Dopo esperienze ancora in radio a Radio Peter Flowers e Novaradio fa il suo esordio televisivo nel 1985. Grazie alle buone parole di Guido Bagatta ed Andrea Bassani diviene delegato di produzione degli Sport Americani sulle allora reti Fininvest (attualmente Mediaset). In seguito si trasforma in giornalista e telecronista per Italia 1, TV Koper Capodistria, Tele+ ed attualmente per SKY Sport. Flavio fa parte del nucleo “storico” che il 19 agosto 1991 cominciò l’avventura Tele+, poi sfociata in SKY Sport. Dal dicembre 1998 al giugno 2000 è stato Responsabile Comunicazione della Lega Basket, sempre continuando però a collaborare con Tele + per le telecronache di basket NBA.

Per molti anni ha commentato anche il basket NCAA (con Francesco Anchisi) ed il football NFL affiancato da Lino Benezzoli, Sergio Angona e Bebo Nori prima di dedicarsi completamente al basket di Serie A, Euroleague ed NBA, in quest’ultimo caso con il commento tecnico di Federico Buffa fino al 2013 e di Davide Pessina oggi. La sua voce è anche legata alla Nazionale Italiana di basket che ha seguito in Francia nel vittorioso Campionato Europeo del 1999 e in Svezia nell’edizione del 2003 dove la Nazionale colse il terzo posto che le permise di qualificarsi per il Torneo Olimpico di Atene 2004. Sposato con Maria Luisa, dal 2003 è padre di due gemelli, Francesco e Michele. Ama il mare della Calabria, il progressive rock, Totò e i buoni libri. Ammira tutti quelli che si battono davvero contro le mafie.

MAURIZIO BATTINO. Nato a Verona (Italia) il 12 luglio 1961. Si è laureato in Scienze Biologiche presso l’Università di Bologna il 18 dicembre 1984 ottenendo 110/110 e lode. Nel 1987 con 118/120 ottenne il primo di tre posti in un processo per il dottorato di ricerca in biochimica comparata. corso presso la Facoltà di Scienze dell’Università di Catania supportato da borse di studio del Ministro italiano per l’Università. Nel 1990 ha conseguito il dottorato. discutendo una tesi di dottorato su “Ubiquinones: Comparative and Model System Studies” presso il Ministero per l’Università di Roma. Nel settembre 1991 è Assistente e Professore di Ricerca in Chimica e Biochimica per la Facoltà di Medicina disponibile presso l’Università di Ancona.

Nel febbraio 2011 ha conseguito un Master in “Insegnamento online applicato alla scienza della salute e delle TIC in medicina”. Nel marzo 2011 ha vinto per prova un posto di Professore associato in Chimica e Biochimica per la Facoltà di Medicina presso l’Università Politecnica delle Marche. Il nome di Maurizio Battino nel 2015 e 2016 compare nella lista delle menti più influenti al mondo. A dare l’importante riconoscimento al professor Battino è la prestigiosa agenzia di revisione scientifica Thomson Reuters che, attraverso la lista “Highly Cited Researcher”, identifica i migliori cervelli internazionali. Un grande onore per l’accademico, uno dei pochissimi italiani confermati per due anni di seguito nella classifica formata da più di 3.000 scienziati e ricercatori appartenenti a 22 aree della conoscenza, ma anche un privilegio per l’Università Politecnica delle Marche. Il professor Battino è infatti l’unico ricercatore degli atenei marchigiani presente nell’elenco delle “beautiful minds” stilato tenendo conto delle citazioni dei lavori.

CESARE PANCOTTO. Nato a Porto San Giorgio l’8 gennaio 1955. Dopo dei buoni trascorsi da playmaker nella natia Porto San Giorgio e continuando nella sua carriera a Pescara, in serie B, Pancotto ha incominciato ad allenare nel 1982 all’età di 27 anni, subentrando nella panchina della squadra della sua città, la Sangiorgese, a tre giornate dal termine ottenendo la promozione in serie B. Nel 1984, nella gara-2 di play-off, la Cida Sangiorgese sempre guidata da Pancotto ottiene la promozione in A2. Rimane a Porto San Giorgio fino al 1986, disputando due campionati di A2 ottenendo in ambedue casi la salvezza.

Nella stagione 1986-87 approda a Reggio Emilia. Di seguito sarà per due anni alla Libertas Forlì, un anno alla Dinamo Sassari(con cui conquista una storica salvezza nell’anno dell’esordio in A2 dell’allora Banca Popolare, festeggiata matematicamente vincendo proprio contro la Jollycolombani Forlì), e tre anni a Pistoia dove ottiene la sua prima delle tre promozioni in A1, portando la squadra biancoazzurra anche ai play-off di A1. Nella stagione 1993-94 approda alla Siena dove rimane per quattro anni ottenendo la promozione in A1 alla sua prima stagione di permanenza, mentre negli anni successivi raggiunge per due volte i play-off e nel 1996-97 ottiene la qualificazione alla Coppa Kora?. Nel 1997 arriva a Trieste, che riporta nella massima serie nella stagione successiva con l’allora Lineltex. Dopo i due anni triestini, ci sarà la stagione alla guida della Virtus Roma.

Nel febbraio del 2001 viene richiamato sulla panchina triestina e vi rimane fino al 2004. Nella stagione 2001-02 ottiene il 7º posto, nella stagione successiva il 10º posto e nella stagione 2003-04 la retrocessione con tanto di fallimento societario della Pallacanestro Trieste. Nel 2004-05 ottiene il 9º posto con il Teramo Basket. Nella stagione 2005-06 arriva alla Snaidero Udine, dove il primo anno arriverà il 5º posto, nelle due successive annate altrettante salvezze, oltre ad una partecipazione in ULEB Cup. Nella stagione 2008-09, subentrato alla decima giornata a Dragan Šakota, non è riuscito nell’impresa di salvare una Fortitudo Bologna svogliata e deconcentrata come non mai per tutta la stagione, salvo un rush finale promettente, terminato con polemiche e amarezza ben oltre la fine della stagione regolare.

Nell’estate 2009 viene ingaggiato dall’Air Avellino[3], con la possibilità di formare il roster seguendo le proprie indicazioni (con un occhio al budget, ridotto rispetto alla deludente stagione precedente). Chiamato a guidare la compagine irpina verso obiettivi ambiziosi, raggiungibili solo con l’oculatezza necessaria nello scegliere i giocatori adatti e nel saperli gestire, e con l’esperienza che pochi altri possono vantare. Il 29 maggio 2010 di comune accordo con la società risolve il contratto con l’Air Avellino, terminando l’avventura in Irpinia avendo ottenuto la salvezza ed il raggiungimento della semifinale di Coppa Italia. Poco meno di un mese più tardi firma con il Basket Barcellona, formazione siciliana neopromossa in Legadue.

Si dimette dalla guida del Barcellona nel febbraio 2012. Il 17 gennaio 2013 subentra al dimissionario Gianluca Tucci alla guida della Felice Scandone Basket Avellino rimanendoci fino alla fine della stagione. Il 10 dicembre dello stesso anno diventa il nuovo allenatore della Vanoli Cremona. Il 18 ottobre 2014, con la vittoria della propria squadra a Reggio Emilia, festeggia la millesima panchina in carriera tra serie A, Coppa Italia e Coppe Europee. L’8 maggio viene confermato sulla panchina della squadra lombarda. Il 5 maggio vince per la seconda volta nella sua carriera il premio come della Serie A e rinnova con la Vanoli Cremona fino al 2018. Dopo un negativo inizio di campionato (nove sconfitte nelle prime 11 gare), viene esonerato il 13 dicembre seguente.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: