Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A: post Vuelle Pesaro - Pistoia Basket, le parole dei due allenatori

Così Massimo Galli, coach della VL, commenta in sala stampa la vittoria casalinga dei biancorossi all'overtime contro Pistoia: "È stato un ottimo approccio alla partita, abbiamo voluto e meritato di vincere. Non siamo più ultimi dopo mesi, ringrazio i miei giocatori, indomabili sino alla fine. Siamo stati molto bravi in difesa, limitando notevolmente gli avversari, a parte i primi due minuti del terzo quarto", ha detto il coach.

"Abbiamo lavorato bene su Moore e McGee, si è trattato di una vittoria di squadra e per la nostra gente, che ci ha sostenuto fino alla fine. Aver vinto stasera non sarà certo sufficiente, la strada è lunga e non ci entusiasmiamo, ma avere per una volta due punti di vantaggio sull'ultimo posto è tutta un'altra cosa. Braun ha confermato il suo alto livello, ha saputo fare il suo ingresso con molti fatti e pochi fronzoli", ha sottolineato Galli. "Voglio ricordare anche i giocatori italiani, importanti nei momenti clou della partita soprattutto in difesa. Perchè il calo nel secondo tempo? A livello fisico soffriamo e paghiamo in certe situazioni di difesa aggressiva", ha concluso il coach.

Parola a Vincenzo Esposito, allenatore di Pistoia: "Ci aspettavamo una Pesaro aggressiva, abbiamo subìto in avvio approcciando male la gara, poi abbiamo sistemato un po' le cose ma siamo arrivati poco lucidi nel finale. Abbiamo buttato via alcuni palloni con superficialità dopo che avevamo rimesso in piedi la partita. Nel supplementare un paio di scelte sbagliate hanno fatto la differenza. In ogni caso sono soddisfatto dei miei ragazzi anche perché anche stavolta eravamo senza uno straniero. Tra il primo e il secondo tempo ho spronato la squadra a ritrovare circolazione di palla e intensità difensiva. La partenza falsa all'inizio ci ha condizionato molto e ci ha costretto ad uno sforzo che abbiamo pagato alla fine", ha detto il coach ospite.

Ufficio Stampa VL Pesaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: