Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C Silver: Sutor Montegranaro, Nicola Temperini " Siamo contenti ed orgogliosi di quanto fatto, ma non vogliamo fermarci "

Sono ancora molto fresche le emozioni e la gioia vissute alla Bombonera Mercoledì sera durante gara 4 che ha permesso alla Sutor Montegranaro di vincere la finale contro la Vigor Matelica e di accedere alla fase nazionale, nella quale i ragazzi di coach Marco Ciarpella si giocheranno una delle cinque promozioni in palio per salire in Serie B Nazionale. Uno dei protagonisti della grande stagione della Sutor è senza ombra di dubbio Nicola Temperini, montegranarese doc, autore di una stagione da oltre 15 punti di media a partita.

- Ciao Nicola, grandi emozioni si sono vissute Mercoledì sera alla Bombonera.
"E' stata una grandissima gioia. Io sono di Montegranaro e posso dire di aver vissuto in prima persona gli anni d'oro della Sutor, e Mercoledì per la prima volta posso dire di aver riassaporato quella che era l'atmosfera ed il calore della Bombonera di qualche anno fa. Il pubblico ci ha letteralmente trascinato e rivedere il palazzetto pieno e entusiasta è stata per noi una bella carica ed una motivazione in più."

- Dopo un primo tempo molto equilibrato, siete venuti fuori alla distanza ed alla fine si può dire che avete portato a casa una vittoria meritata.
"Loro sono portati molto forte, così come avevano fatto anche nelle precedenti tre partite, noi abbiamo avuto il merito nel primo tempo di rimanere a contatto con la Vigor senza subire parziali importanti. Dopo l'intervallo siamo rientrati in campo ancora più determinati, abbiamo stretto le maglie in difesa e siamo riusciti ad allungare in maniera graduale. Penso che siamo stati bravi a capire che tipo di partita avremmo dovuto fare, e questo ci ha permesso di portare a casa sia gara 4 che la finale."

- Visto come si era conclusa la stagione regolare credo che nessuno si aspettasse questo vostro cammino nei playoff.
"All'inizio del campionato ero assolutamente convinto che avessimo le carte per fare bene e disputare una buona stagione. Poi però abbiamo avuto diversi problemi ed ostacoli con il passare dei mesi: prima l'infortunio di Cataldo che lo ha tenuto fuori per tutto il girone di andata, poi una volta rientrato lui si è fatto male Principi. In pratica non siamo mai riusciti a giocare cl completo neanche una partita intera. Credo che abbiamo fatto un buon girone di andata chiudendo al terzo posto, poi quando è rientrato Brendon abbiamo cambiato completamente il nostro modo di giocare in quanto lui è un giocatore completamente diverso da tutti gli altri noi, ed abbiamo vissuto due mesi molto negativi. Siamo entrati nei playoff da settimi e credo che la seconda partita della serie contro Fossombrone abbia fatto scattare in noi qualcosa che ci ha portato poi a superare anche l'ostacolo Matelica."

- Qual'è stato il momento più complicato di tutta la stagione?
"Credo che la sconfitta interna subita contro Pedaso sia stato il punto più basso del nostro campionato. Quello è stato un momento veramente difficile, ma con il lavoro e la compattezza del nostro gruppo siamo riusciti a superarlo."

- E adesso vi aspetta la fase nazionale.
"Dovremo affrontare un concentramento molto difficile, nel quale affronteremo la vincente della Serie C Silver della Campania, il San Nicola Basket Cedri; e la vincente dello spareggio tra il Basketball Lamezia e la squadra che vincerà i playoff abruzzesi. Noi siamo carichi e determinati, ed andremo a giocarcela con tanta fiducia ma soprattutto senza pressione. Se riusciremo ad imporre il nostro ritmo nelle partite che giocheremo, sono sicuro che potremo giocarcela contro tutti."

- I vostri risultati sul campo ed il lavoro della società stanno facendo rinascere anche l'entusiasmo nella città di Montegranaro.
"E' vero e basta rivedere ciò che è accaduto Mercoledì sera per confermare quanto hai detto. Abbiamo riconquistato molta gente che seguiva la Sutor qualche hanno fa, c'è molto entusiasmo ed è anche merito della società che fuori dal campo ha lavorato molto bene. Il tifo ed il calore dei nostri tifosi per noi è stato e sarà fondamentale, e spero che sempre più gente ci possa seguire."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: