Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Sport & Salute: gli incredibili benefici di una semplice passeggiata (prima parte)

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/02-06-2018/sport--salute-gli-incredibili-benefici-di-una-semplice-passeggiata-prima-partert--salute-gli-incredibili-benefici-di-una-semplice-passeggiata-prima-parte-270.jpg

Social

“Anche la più lunga camminata comincia con un passo” recita un celebre proverbio indiano.  E non c’è niente di più vero. Il semplice camminare innesca nel nostro organismo una serie di benefici incredibili per il nostro benessere, fisico tanto quanto mentale. Potrebbe non sembrare una vera attività fisica, e invece l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) stima che una persona allenata, in un buon stato di salute, potrebbe percorrere almeno 10.000 passi al giorno, per una media di circa 7 km. Per avere un organismo sano, con ossa forti e dal cuore allenato, con la buona volontà si possono ottenere dei benefici impensabili.

È infatti sufficiente, in media, camminare per mezzora al giorno per riscoprire una buona - tanto quanto semplice - abitudine: una camminata veloce aiuta a prevenire importanti malattie, come quelle cardiovascolari. Vediamo insieme i primi quattro vantaggi:
1. La camminata, in generale, è un’attività non relegata al chiuso di un palestra, a meno che non si voglia sfruttare un tapis roulant. Per questa sua caratteristica “en plein air”, infatti, aiuta sensibilmente a ridurre ansia e depressione. Per non parlare della riduzione dello stress, sensibilmente ridotto dopo una passeggiata all’aria aperta.
2. Se c’è un motivo per cui si vuole combattere la pigrizia, di solito è la voglia di perdere un po’ di peso: anche in questo caso la camminata veloce si rivela l’ideale. Con o senza bastoncini da nordic walking, consente di bruciare tante calorie, a seconda dell’atleta, del tipo di cadenza e di percorso più o meno difficoltoso. Questo avviene purché la camminata venga effettuata ad un ritmo sostenuto, senza intervalli o pause frequenti. É ottima per dimagrire perché permette di allenarsi con costanza e non necessita di impegnativi tempi di recupero; in altre parole la passeggiata permette di bruciare parecchie calorie senza rischiare di sovraccaricare troppo le articolazioni.

3. Non solo ansia e depressione, ma anche le malattie cardiovascolari, come accennato, possono essere sconfitte camminando con regolarità: il rischio di infarto è ridotto per coloro che camminano almeno mezzora al giorno. Infine studi hanno confermato che passeggiare un’ora ogni due o tre giorni riduce del 30% anche l’incidenza di tumori al colon.
4. E non solo: anche il diabete è uno dei nemici della camminata veloce. Il diabete, infatti, risulta sotto controllo in tutti quegli organismi abituati a passeggiare ogni giorno; e c’è di più: la camminata veloce abbassa il colesterolo cattivo (LDL), mentre aumenta quello cosiddetto “buono” (HDL).

Al bando, quindi, allenamenti massacranti in palestra per chi è fuori forma. Soprattutto con la bella stagione sarebbe davvero salutare indossare un paio di comode scarpe e camminare fra la natura.  
Associandoci una sana alimentazione, con la semplice camminata si riusciranno ad ottenere ottimi risultati.

Lunedì 4 Giugno verrà pubblicata la seconda puntata sui benefici della camminata veloce.

Nicoletta Canapa

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: