Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C: Nuovo Basket Fossombrone, coach Giordani " Contenti di giocare la C Gold, adesso pensiamo alle riconferme poi ai rinforzi "

Archiviato il campionato appena concluso e terminato con gara 3 della semifinale playoff contro la Sutor Montegranaro, si inizia a pensare alla prossima stagione in casa Nuovo Basket Fossombrone, con i biancoverdi che si presenteranno ai nastri di partenza della prossima Serie C Gold determinati a fare bene. Di passato e futuro abbiamo parlato con coach Gabriele Giordani, che ha appena terminato la quarta stagione consecutiva, l'ottava complessiva considerata la sua prima esperienza dal 2003 al 2007, sulla panchina biancoverde.

- Buongiorno coach, sei soddisfatto di quanto avete fatto nel campionato appena concluso?
"Credo che la stagione sia stata molto positiva, soprattutto abbiamo disputato un ottimo girone di ritorno che ci ha permesso di chiudere la regular season al secondo posto. Anche la società è stata contenta del nostro percorso, considerato che abbiamo anche riportato l'entusiasmo tra i nostri tifosi dopo la difficile stagione precedente. In gara 3 contro Montegranaro al palazzetto c'erano circa 700 persone e questo fa capire che abbiamo comunque fatto bene."

- Non possiamo però non pensare all'infortunio subito da Beltran in gara 1 della serie contro la Sutor, che probabilmente ha girato la serie in negativo per voi.

"E' stato un vero peccato, un infortunio che ci ha privato di un giocatore davvero importante per noi. Con il suo innesto siamo cresciuti veramente tanto, come dimostrano le 12 vittorie e le sole 2 sconfitte arrivate in regular season dal suo arrivo. E le due battute d'arresto le abbiamo subito contro Il Campetto Ancona ed in maniera rocambolesca contro il Bramante Pesaro. Sono convinto che con lui avremmo avuto diverse possibilità in più di passare il turno, ma queste sono cose che nel nostro sport vanno anche messe in preventivo."

- In generale che tipo di campionato è stato?
"Credo che sia stato un torneo molto equilibrato ed interessante, con un livello medio molto alto soprattutto per ciò che concerne quelle squadre entrate nei playoff. Basti pensare che la Sutor da settima classificata della regular season è arrivata a giocarsi gli spereggi per la promozione in Serie B, e questo fa capire quale fosse la qualità del nostro girone."

- C'è qualche giocatore che ti ha sorpreso particolarmente?

"Ce ne sono stati due che mi hanno colpito favorevolmente. Il primo è Nicola Trastulli della Vigor Matelica che è cresciuto tantissimo durante la stagione e che è molto migliorato dalla scorsa stagione. Il secondo è Matteo Ricci del Bramante Pesaro anche lui molto maturato ed autore di un campionato davvero positivo."

- E tra le squadre chi pensi abbia fatto un campionato al di sopra delle aspettative iniziali?
"Credo che il Bramante Pesaro sia stata la rivelazione del campionato. Una squadra composta in gran parte da Under 20, cresciuti tantissimo nell'arco della stagione ed autore di un campionato davvero molto importante. Complimenti allo staff tecnico ed alla società che sono stati capaci di portare avanti un progetto interessante come quello."

- Il prossimo anno vi aspetta l'impegno con la Serie C Gold. Che squadra ti piacerebbe costruire?
"La prossima stagione ci aspetta un impegno importante come quello con la Serie C Gold nella quale sfideremo anche squadre di altre regioni. Siamo molto contenti di questa riforma dei campionati e di avere la possibilità di partecipare alla Gold. Il primo obiettivo che abbiamo è quello di parlare con i giocatori che sono stati con noi, perchè mi piacerebbe riconfermare il nucleo importante del gruppo. Poi sicuramente dovremo fare qualche innesto per completare il roster."

- Quali sono i ruoli dove credi sia necessario intervenire?
"Innanzi tutto abbiamo bisogno di un lungo, di un centro di ruolo. Questo sarà un obiettivo importante e che non dovremo assolutamente sbagliare. Poi ad esempio dovremo sostituire un giocatore come Beltran e quindi penso che dovremo intervenire anche negli esterni. Ma è ancora presto per parlare di mercato, tanto che anche in giro appare tutto abbastanza tranquillo."

- Il prossimo anno ve la vedrete almeno con tre umbre e tre abruzzesi. Cosa ti aspetti dalle squadre di queste regioni?

"E' assolutamente prematuro parlare di questo anche perchè ancora non sappiamo con certezza quali squadre confermeranno la propria partecipazione alla Serie C Gold. Se tutte le squadre aventi diritto dovessero confermare la prorpria partecipazione credo che ci troveremo di fronte delle squadre interessanti, anche perchè tra le tre umbre e le tre abruzzesi ci sono tre squadre appena retrocesse dalla Serie B. Mi aspetto che almeno una di entrambe le regioni possa essere molto ambiziosa. Sarà comunque un campionato molto difficile, con trasferte anche molto lunghe."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: