Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Sport & Salute: tutti gli errori che si commettono correndo

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/11-06-2018/sport--salute-tutti-gli-errori-che-si-commettono-correndo-270.png

Social

Appena terminato il campionato, al ritorno da un periodo di riposo, o semplicemente nel tempo libero, molte persone si dedicano al running. Attività sportiva tanto semplice quanto salutare, la corsa potrebbe tuttavia trasformarsi in un inutile trauma per il nostro corpo, soprattutto per chi è fuori forma o poco allenato. Conosciamo insieme i principali errori che si possono commettere andando a correre nel tempo libero: solo individuandoli, infatti, sarà possibile correggere il proprio comportamento da corridore.

I principali errori della corsa sono:
1. appoggio del piede: molte persone appoggiano il tallone tenendo il piede a martello, con il ginocchio iper-esteso; questo è uno dei classici errori che si possono commettere correndo, perché l’impatto è deleterio per il nostro organismo. Questo errore, se prolungato, comporta dei danni soprattutto su talloni e ginocchia. Qualche volta si può tentare di correggere questo errore atterrando di punta o di avampiede, ma non è un rimedio funzionale, perché a sua volta questo appoggio può comportare tendinite e problemi al polpaccio.

2.
ritmo della corsa: la maggior parte dei runner tende a correre attorno ai 160 bpm, ovvero sulle 160 battute del piede per minuto; questo, però, è un errore perché non permette ai nostri muscoli di essere sfruttati nella loro piena elasticità

3. postura: non bisogna sbilanciarsi né in avanti (bacino retroverso) né all’indietro quando si corre;

4.
relax: non bisogna mai correre tesi, su spalle e braccia. La tensione, così facendo, ricade sugli arti inferiori, in particolar modo ginocchio e caviglia. Bisogna curare il rilassamento generale del nostro corpo durante la corsa.

Non esiste una vera e propria soluzione da manuale per correggere, simultaneamente e da un giorno all’altro, questi quattro errori tipici del running. Solo la costanza e una maggiore consapevolezza di se stessi potranno portare, con un allenamento costante, il nostro organismo a memorizzare postura, ritmo, rilassamento ed appoggio. Comportamenti che devono essere corretti ai fini dello svolgimento di una corretta attività fisica, per non incidere negativamente sul nostro organismo con abitudini sbagliate, ma anche per aumentare la performance della corsa stessa.

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: