Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A2: punto sul mercato dell'Aurora Jesi insieme a coach Damiano Cagnazzo

Facciamo il punto sul mercato dell'Aurora Basket Jesi insieme a coach Damiano Cagnazzo, che si appresta ad iniziare la terza stagione consecutiva da capo allenatore della squadra arancioblu.

- Ciao Damiano, che idea di squadra avete in mente di costruire?
"L'idea è quella di provare a rifare una squadra simile a quella dello scorso anno. Ci piacerebbe cercare di migliorare qualcosa compatibilmente, ovviamente, con il budget che abbiamo a disposizione. Rispetto alla scorsa estate, nella quale dovemmo rifare tutto da zero, possiamo ripartire da un punto fermo ossia quello di Tommaso Rinaldi, che sarà uno dei punti di riferimento anche per la prossima stagione."

- Nelle scorse settimane avete visionato diversi ragazzi provenienti dalla Serie B. Hai trovato qualcuno di interessante?
"L'idea è stata quella di vedere e conoscere meglio dei ragazzi che avevano già maturato delle esperienze importanti in Serie B. Ne avevamo scelti 8 ma per svariati motivi alla fine ne sono venuti solamente quattro. Ognuno di questi ha fatto vedere delle cose molto interessanti, ma da qui a dire che stiamo per firmarne qualcuno la strada è lunga."

- Nelle ultime settimane è venuta fuori la voce di un vostro interesse per Michele Serpilli della Vuelle Pesaro. E' un giocatore che vi piace?
"Serpilli è uno dei giovani più interessanti del panorama cestistico italiano. E' un giocatore molto forte sia fisicamente che tecnicamente, che tra l'altro nell'ultima stagione ha fatto una discreta esperienza in Serie A. Interessa a noi come a molte altre società, ma parlare non possiamo neanche parlare di strada percorribile o di trattative, considerato che non c'è stato assolutamente nulla, e soprattutto ritengo difficile che Pesaro lo possa lasciare andare. E' stato un semplice ragionamento fatto con lo staff e la società, come se ne fanno tantissimi durante l'anno e soprattutto in questo periodo."

- In che ruoli andrete a pescare i due giocatori americani?
"Sicuramente saranno degli esterni. Uno probabilmente sarà un playomaker, esattamente come è stato lo scorso anno, mentre l'altro dovrà andare a completarsi con l'altro esterno italiano da quintetto che dovremo prendere. Per adesso siamo in una fase di attesa, con l'occhio sempre vigile ad eventuali occasioni che dovessero presentarsi."

- Se dovessi consigliare ad un giovane di venire a Jesi, cosa gli diresti?
"Gli direi che da noi troverebbe sicuramente spazio e responsabilità, e che quello che viene detto poi viene rispettato e si fa effettivamente sul campo. Negli ultimi anni chiunque ha scelto di venire a Jesi ha avuto minuti importanti ed è ha avuto la possibilità di ritagliarsi un ruolo importante nella nostra squadra. Abbiamo sempre dato a tutti sia la possibilità di lavorare che anche di sbagliare, per cui chi viene da noi deve sapere che avrà tutte le possibilità per crescere e migliorare."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: