Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: continua a prendere forma Il Campetto Ancona, confermato anche Matteo Redolf

Arriva l’ufficialità del quarto componente del roster 2018/19 della LUCIANA MOSCONI ANCONA che si presenterà ai nastri di partenza della prossima Serie B. Coach Maurizio Marsigliani potrà infatti avvalersi delle prestazioni di Matteo Redolf, ala classe 1993 che si appresta a indossare per la terza stagione consecutiva la maglia del Campetto Basket.
Anconetano, 25 anni compiuti lo scorso 6 febbraio, Redolf ha percorso l’intero iter delle giovanili nel CAB Stamura. Si affaccia in prima squadra nel 2009 quando la Stamura decide di affidarsi ai proprio prodotti per affrontare la difficile missione della salvezza in Serie B. Obbiettivo non centrato ma tutti i componenti di quel roster si mettono in mostra attraendo su di loro le attenzioni di molti club.

Redolf non può non essere tra questi dato il talento cristallino e fisico dirompente capace di adattarsi a molteplici soluzioni tattiche. Nell’anno successivo (2011/2012) alza l’asticella e contribuisce in maniera forte alla vittoria del campionato di Serie C con la Stamura che ha nel frattempo messo alla sua guida coach Marsigliani. Redolf non può non rimanere anche nella stagione 2012/13 con i biancoverdi dorici capaci di salvarsi con abbondante anticipo rispetto alla fine del campionato. Ci sarebbero tutte le logiche supposizioni per continuare il rapporto ma la Stamura dove giocoforza autoretrocedersi in Serie C Regionale.

Una categoria dove il bravo giocatore anconetano non può certo rimanere. “Rudy” saluta così per la prima volta la squadra dove è cresciuto e rimane in Serie B accettando le lusinghe della Poderosa Montegranaro. Alla Bombonera una stagione partita con grandi propositi ma proseguita con grandi difficoltà. A complicare le cose l’avvicendamento in panchina che di certo non ha aiutato. Redolf chiude la stagione con più ombre che luci e va alla Robur Osimo, accettando stavolta la serie C. Annata positiva sotto le Cinque Torri per un giocatore che potrebbe giocare il massimo campionato regionale in ciabatte.

Rimane alla Robur solo una stagione e poi, 2016/17 torna ad Ancona sponda Campetto che nel frattempo ha allestito una squadra di vertice. Redolf non delude e arriva la meritata conferma per la stagione appena conclusa dove “Rudy” ribadisce a pieno le sue caratteristiche tecniche sfruttando quelle fisiche. Ora per il giocatore la possibilità di misurarsi nuovamente con la Serie B dopo 4 anni e far vedere a tutti di che pasta è fatto, magari sfruttando quella della LUCIANA MOSCONI.

Ufficio Stampa Il Campetto Ancona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: