Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale: la Sacrata Porto Potenza riparte da capitan Jonathan Bovari

Ecco il primo tassello della nuova Sacrata Basket Porto Potenza che si riaffaccia in serie D dopo un anno sabbatico. Jonathan Bovari, play guardia classe 1988, dopo la stagione in serie D con gli 88ers Civitanova, torna a casa e riabbraccia la sua fascia da capitano mettendo a disposizione dei compagni tutta la sua professionalità ed esperienza. Queste le sue prime parole del capitano biancorosso.
“Innanzitutto sono davvero contento che la società sia riuscita ad iscriversi nuovamente al campionato di serie D. Stiamo componendo la squadra partendo dal nucleo con cui abbiamo vinto il campionato di promozione tre anni fa e partecipato alla serie D due anni fa, una squadra praticamente composta da tutti ragazzi di Porto Potenza Picena.

E' veramente stimolante ritrovarsi a giocare di nuovo non solo con dei semplici compagni, ma con un gruppo di amici veri con cui condividiamo molto anche al di fuori dal campo. Gruppi così, posso garantire, sono difficili da trovare. Molti di noi vengono da un'annata cestistica difficile, trovando scarso minutaggio, scendendo di categoria o addirittura senza una compagine in cui giocare. Abbiamo avuto già modo di conoscere e fare un paio di 'sgambate' con il nuovo coach Ramini. Siamo entusiasti della sua impostazione di lavoro e riponiamo piena fiducia in lui. Non vediamo l'ora di iniziare seriamente! Da quello che ho potuto vedere il livello tecnico delle squadre di quest'anno è alto e sappiamo che dovremo lavorare molto più degli altri per poter impensierire le concorrenti, ma il sudore e l'impegno non ci fanno paura. E poi abbiamo i migliori tifosi di tutti, non possiamo mica farli annoiare!"

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: