Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

College Basketball Tour 2018: Providence supera l'All Star umbro-marchigiana a Fossombrone

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/19-08-2018/college-basketball-tour-2018-providence-supera-l-all-star-umbro-marchigiana-a-fossombrone-600.jpg

Social

Nell’ormai tradizionale appuntamento di agosto targato College Basketball Tour, Fossombrone è stato il teatro dell’unico match in programma nelle Marche per la stagione 2018. Protagoniste della partita Providence College e la all star umbro-marchigiana degli AS Tritons.

Il college di Rhode Island non nasconde di avere grandi ambizioni per il prossimo anno e, già in fase di riscaldamento, lo dimostra l’attenzione con la quale coach Ed Cooley prepara gli schemi di difesa e di attacco dei suoi ragazzi. Il tutto sotto lo sguardo attento e gli applausi del nutrito gruppo di fan che segue i Friars in questo tour italiano. 

La differenza fisica tra gli americani e gli italiani è subito visibile, ed infatti Holt e compagni fanno il buono e cattivo tempo sotto canestro. Nonostante ciò, nel primo quarto, i Tritoni reggono bene l’assalto americano guidato dal freshman David Duke (osservato speciale dagli scout americani e soprattutto di Providence, sua città natale) arrivando anche a sole tre lunghezze dagli avversari e chiudendo i primi 10 minuti di gioco sul 15 a 25.

È sempre Duke, con l’appoggio di Alpha Diallo a trascinare i Friars nella seconda frazione di gioco, e con il divario tra le due squadre anche lo spettacolo prende piede sul parquet grazie a qualche giocata spettacolare e qualche schiacciata che infiammano il pubblico del palazzetto. Vichi e Cicconi Massi non stanno però a guardare e con pazienza riescono a ricucire il gap di - 18 fino al -11 a pochi minuti dalla sirena dell’intervallo lungo. Ma è Holt a fermare gli entusiasmi e a siglare il punteggio sul 33-47 all’intervallo. 

Al ritorno in campo la partita si infiamma. Da una parte e l’altra del campo l’agonismo prende sempre più piede e i Tritons si rifanno sotto nuovamente sotto con Cicconi Massi che non si tira indietro né dal tiro da fuori che dal perimetro. Sul 45 a 52 però i Friars reagiscono e con il tandem Edwards/Young (autore di una schiacciata da manuale) invertono il trend e riportano gli americani in controllo del match (52-71).

Nell’ultimo quarto gli americani dilagano nel punteggio: il punto numero 100 è salutato con un boato dal pubblico; coach Giordani coglie l’occasione per mandare nella mischia anche il giovanissimo Edoardo Santi che non si tira indietro nel confronto con Duke (il doppio della sua stazza). Alla sirena, il tabellone recita 63 a 104 ma come sempre a contare è lo spirito sportivo. Onore alle due formazioni che hanno dato vita ad una bellissima partita di grande livello. Per il momento dalle Marche è tutto: arrivederci al prossimo anno!

Parziali: 18-29; 15-18; 19-24; 11-33; risultato finale 104-63

Providence College: Watson 9, Asmton (ne) Monroe 8, Duke 21, White (ne), Nickols 9, Reeves 12, Diallo 17, Young 8, Holt 6, Fonts , Edwards 4, Jackson. All. Cooley

Tritons
: ?Beligni 4, Perini 7, Marcante 8, Vichi 9, Cercolani 5, Monacelli 5, Cicconi Massi 14, Santi 2, Savelli 3, Facenda 4. All. Giordani

Ufficio Stampa College Basketball Tour

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: