Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Fip: stabilite le nuove regole sui contratti di immagine dei club

La FIP ha stabilito con la delibera numero 6/2018 del Consiglio Federale dello scorso 13 luglio le modalità di entrata in vigore delle nuove regole relative ai contratti di immagine e agli aspetti finanziari dei club. Entrato in vigore dal 1 luglio 2018 l'obbligo di depositare i contratti sottoscritti per la cessione dei diritti di immagine (non soggetti alla contribuzione ENPALS del 43% ma a un tasso dal 4% al 10% per cento a seconda dell'agenzia), che così come gli stipendi per le prestazioni sportive saranno oggetto di verifica attraverso il deposito delle liberatorie attestanti il regolare pagamento da consegnare entro 45 giorni dalla scadenza del bimestre (16 novembre per settembre-ottobre; 16 febbraio per novembre-dicembre; 16 aprile per gennaio-febbraio; 16 giugno per marzo-aprile; 16 settembre, con un mese di dilazione per le ferie, per maggio-giugno).

Qualsiasi ritardo nei pagamenti di lega e di immagine in funzione dei contratti depositati verrà sanzionato secondo l'attuale regolamento (2000 euro al giorno fino a 5 giorni; dal sesto un punto di penalizzazione per ogni inadempimento). Al momento però la FIP non ha fissato un tetto massimo percentuale dell'importo dei contratti di immagine (facoltà concessagli dal nuovo comma 30 dell'articolo 20 R.E. Prof.). Tutti gli stipendi e i moduli F24 per i versamenti di tasse e contributi dovranno essere pagati attraverso un apposito conto corrente dedicato. Gli argomenti saranno comunque oggetto di discussione della prossima assemblea di Lega Basket fissata per il 14 settembre a Bologna, nella quale i club chiederanno al presidente della FIP Gianni Petrucci una ulteriore dilazione di un anno su alcune tematiche.

Fonte Spicchi d'Arancia

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: