Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Ubs Foligno Basket supera il Magic Basket Chieti, le parole dei due allenatori

L'Ubs Foligno Basket si aggiudica una bella partita contro un buon Magic Basket Chieti (LEGGI QUI i tabellini ed il commento) e porta a casa i primi due punti della stagione. L'analisi della partita nelle parole dei due allenatori.

Coach Andrea Sansone (Foligno): "Siamo molto contenti di aver iniziato una stagione difficile con il piede giusto. Abbiamo visto la caratura dei nostri avversari che rispettiamo molto perchè a livello fisico ed alivello tecnico individuale sono molto forti. Ho avuto una bella risposta da parte dei ragazzi per ciò che riguarda intensità ed energia, così come abbiamo avuto un grande sostegno da parte del nostro pubblico che è stato molto numeroso e caloroso. Rimaniamo con i piedi per terra perchè è soltanto la prima partita e sappiamo bene delle difficoltà che dovremo incontrare. Il primo quarto abbiamo sofferto, ma poi siamo riusciti a distenderci bene trascinati da un buon Giacomo Tosti. Poi si è acceso anche Camacho che ha fatto molto bene. La partita era nelle nostre mani, ma nel finale abbiamo sofferto il riavvicinamento di Chieti anche perchè eravamo abbastanza carichi di falli. Ma abbiamo retto bene ed abbiamo portato a casa i due punti. Da domani iniziamo a pensare alla difficile trasferto di San Benedetto.

Coach Renato Castorina (Chieti): "Il match ha rispecchiato quello che mi aspettavo, abbiamo affrontato una squadra molto forte e con tantissima energia come Foligno. Nel terzo quarto abbiamo sofferto i loro ritmi e, anche a causa di un fallo tecnico che mi ha costretto a lasciare Povilaitis in panchina, abbiamo faticato nei mismatch contro il loro lungo Camacho. Nel secondo tempo i ragazzi hanno avuto un’ottima reazione ricucendo il gap, abbiamo anche avuto in mano la palla del sorpasso senza però riuscire a sfruttarla. Vedo comunque il bicchiere mezzo pieno, Foligno è una squadra molto forte e ben rodata, abbiamo fatto la partita che mi aspettavo. Dobbiamo lavorare e fare tanta pulizia nei particolari, particolari che ci mermetterebbero di alzare l’asticella. Ora ci prepareremo durante la settimana per affrontare un’altra fortissima squadra nella seconda giornata, la Sutor Montegranaro."

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: