Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Virtus Assisi, il Presidente Gianmichele Gnavolini "Passione e voglia di fare bene, puntiamo ai playoff"

Nasceva appena un anno fa il grande progetto Virtus Assisi e, dopo una sola stagione vissuta già da protagonista, tantissimi giovani aggregati, e un nome che già conta nel panorama cestistico regionale umbro e non solo, ecco arrivare un nuovo “via”. Un secondo anno in cui si è già grandi, con una crescita veloce avvenuta ed un futuro che adesso va consolidato e, sempre più, certamente rafforzato. Mese significativo ad Assisi come di consueto quello di ottobre, un mese che segna la seconda ripartenza ufficiale e il via al campionato di C Silver per la Virtus Assisi praticamente a cavallo con le festività di San Francesco Patrono d’Italia, sentite in città. E a parlare, augurando a società, staff tecnici, giocatori, giovani e tifosi, non poteva che essere, per primo in questa nuova imminente partenza, il presidente della Virtus Assisi Gianmichele Gnavolini.

Allora presidente, sta per partire ufficialmente la seconda stagione targata Virtus. Quali emozioni e quali aspettative?
“Secondo anno di vita, seconda stagione. Siamo quasi ai nastri di partenza del nostro secondo anno e sembra ieri che disegnavamo il futuro di questa giovane compagine. L’emozione di dodici mesi fa è ancora viva e forte, forse perché rispetto ad allora abbiamo in più la certezza tangibile di esserci ricavati uno spazio tra le grandi del palcoscenico e siamo pronti a recitare una delle parti importanti”. Parte deciso Gianmichele Gnavolini, patron della Virtus, fiero ed orgoglioso di quello che da sogno, prima è diventato realtà e che ora, è una certezza: “Abbiamo puntato tutto sulla cosa che ci contraddistingue: la passione e l’immagine che vogliamo darne e che vogliamo trasmettere. Questo ci ha portati ad essere molto uniti e a raggiungere piccoli e grandi traguardi inaspettati.

Tutto il nostro movimento è in fermento, come per altro lo siamo noi dirigenti. Sono settimane ricche di aspettative, poiché è tanta la voglia di rivedere in campo le nostre squadre, in particolare la prima squadra, che è faro e guida di tutti i nostri gruppi, meta e traguardo di ogni singolo atleta. In questi giorni – sottolinea Gnavolini – tutti noi consiglieri ci ritroviamo spesso spalla a spalla con i vecchi e i nuovi atleti, che si allenano in preparazione del nuovo campionato di Serie C silver Umbria/Marche, e la foto più bella che immortala questo inizio di stagione è l’immagine dei nostri ragazzi in allenamento, sotto canestro, con sullo sfondo i 13 consiglieri, uno a fianco all’altro, con il sorriso in volto, che guardano al futuro di questa squadra compiaciuti del lavoro svolto per arrivare fino a qui. Questo è l’inizio del nostro nuovo anno, queste le rosee aspettative di un gruppo che punta in alto e vuol far parlare di sé nel Centro Italia”.

Anno “2”, dopo la nascita di un grande progetto. Come si consolida una partenza che possiamo definire ottima dopo il primo anno di attività?
“Dopo i meravigliosi ed alquanto inaspettati risultati del nostro primo anno, è stato inevitabile cercare di capire quale strada percorrere per consolidare la nostra realtà. Diversi i passi fondamentali – dice convinto il presidente – il primo rafforzare ancora di più il roster della prima squadra in vista di un campionato decisamente impegnativo che ci vede affacciarci nelle Marche, con società che da sempre hanno avuto il loro peso nella pallacanestro che conta. Questo per mantenere alta l’offerta e l’attenzione sulla nostra compagine. Da qui la conferma del coach Gianmarco Piazza e con lui le conferme dei big intoccabili: il capitano Marco Provvidennza, Francesco Santantonio, Marco Ciancabilla, Alessio Giovagnoli, i fratelli Tommaso e Giacomo Capezzali, Marco Neri e tutti i giovani.

Poi, l’inserimento degli atleti provenienti dalla Serie B di Ponte San Giovanni, Filippo Meccoli e Matteo Orlandi, il giovane ternano Albi Metalla, i playmaker Simone Trinchitelli da Orvieto e Michele Ferri da Spoleto. La seconda cosa sulla quale abbiamo centrato l’attenzione – aggiunge il presidente Gianmichele Gnavolini – è la divisione dei compiti interni affidando ad ognuno dei dirigenti una responsabilità ed una funzione autonoma in grado di ottenere risultati nel campo di competenza. Terzo, abbiamo puntato molto sul reclutamento degli sponsor, che sono linfa vitale per far crescere le nostre idee. E devo dire che non abbiamo faticato molto – aggiunge – anche lavorando bene sulla comunicazione abbiamo facilitato molto l’interesse e la migrazione verso di noi. Quarto fattore, la nuova sede: abbiamo inaugurato una “casa” propria nel mese di settembre appena concluso ed in concomitanza con una delle amichevoli della prima squadra, abbiamo aperto le porte di quello che è già e sarà luogo di incontro di dirigenti, di genitori, di atleti e sponsor, un nuovo posto celebrativo dove far nascere le nostre idee e far crescere il movimento.

Quinto punto, abbiamo razionalizzato il più possibile l’utilizzo delle palestre a disposizione, sesto, abbiamo lavorato nell’inserire un istruttore in più oltre all’esistente, per ogni gruppo di allenamento e a tutti si è deciso di affiancare un preparatore fisico per ogni gruppo under. Settimo, stiamo lavorando alacremente – chiude la lunga lista con orgoglio Gnavolini – per progettare una struttura unica che possa ospitare tutto il nostro movimento e dove poter lavorare con l’unico obbiettivo di generare un vivaio competitivo e richiesto”.

Tanti giovani aggregati alla Virtus ed una prima squadra di grande valore. Cosa dire ai primi e cosa potrà fare in C Silver la compagine allenata da coach Gianmarco Piazza?
“Ai giovani – afferma sicuro il presidente – dico: “il parquet è la vostra casa, la Virtus è la vostra guida, non scoraggiatevi, ma seguite sempre i vostri sogni, anche quelli più impossibili. Con il vostro sudore ed il vostro impegno anche voi state dando una grande mano a costruire la nostra famiglia. Divertitevi, giocate, crescete e tifate i vostri compagni ed i vostri beniamini in prima squadra. Un giorno potreste esserci voi e chissà, magari anche in qualche serie nazionale non troppo distante da dove siamo ora”.

Poi sulla prima squadra Gnavolini fissa gli obbiettivi.
“La nostra prima squadra è una realtà solida, fatta di nomi di sicuro rilievo, unita e vogliosa di fare bene. È stata costruita meticolosamente in concerto tra l’allenatore, il responsabile tecnico Francesco Calisti e l’intera dirigenza. Per la prima squadra abbiamo indubbiamente aspettative molto alte e l’obbiettivo è sicuramente l’accesso ai play-off come testa di serie. L’augurio che faccio a tutti – conclude dall’alto del proprio ruolo di presidente Gianmichele Gnavolini – è di lavorare duro non risparmiandosi, perché il campionato sarà ostico, ma al contempo entusiasmante e noi abbiamo le carte in regola per fare bene. Forza Virtus, sempre!”.

Ufficio Stampa e Comunicazione Virtus Assisi

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: