Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Isernia Basket non si sblocca, Fossombrone torna a casa con i due punti

Il Globo non è riuscito a sbloccarsi e a trovare la vittoria contro Fossombrone. Gli isernini hanno potuto schierare il nuovo arrivato Omar Hussin, lungo di 201 cm lo scorso anno in C gold a Sora (11.2 di media) che aumenterà le rotazioni a disposizione di Incollingo e innalzerà la qualità degli allenamenti. Per vari problemi, Il Globo troppo spesso si allena a ranghi ridotti (raramente 5 vs 5). Con l’arrivo di Hussin e con il probabile arrivo di un altro atleta a fine mese, Isernia potrà finalmente lavorare bene. Comunque, nonostante tutto, gli isernini stanno facendo vedere una buona pallacanestro, anche se c’è qualcosa da rivedere in difesa e in qualche gioco d’attacco. L’atteggiamento e la voglia dei ragazzi di Incollingo porteranno sicuramente ad una inversione di rotta.

I molisani sono stati in partita fino alla fine, ma hanno pagato a caro prezzo un terzo quarto perso 19 a 12. Nonostante i canestri del solito Torreborre (19 punti, 6 rimbalzi,2 assist e 3 recuperi) e di un ottimo Adins (19 punti e 15 rimbalzi!), i padroni di casa non sono riusciti a mettere ko i marchigiani, sostenuti dai canestri di Cicconi Massi (23 punti) e anche da un nutrito gruppo di tifosi rumorosi ma molto corretti. Alla fine Fossombrone si è imposto 74 a 65.

Sabato i ragazzi di Incollingo scenderanno sul parquet della Magic Chieti, che ha espugnato il campo di Osimo 79 a 68. Non sarà facile, ma in settimana i molisani potranno lavorare meglio e con più serenità. La meritata vittoria è dietro l’angolo.

Marco Colavitti

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: