Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Valdiceppo Basket esulta sulla sirena, conquistato il derby umbro contro Foligno

Ancora un’altra partita decisa all’ultimo tiro quella andata in scena al Palapaternesi tra la Lucky Wind e la Sicoma Valdiceppo. Si parte con Foligno più pronta nei primi minuti di gioco che colpisce con Rath e Anastasi da lontano. Valdiceppo reagisce con la bomba di Casucelli che sblocca i suoi prima di arrivare al primo intervallo sul 10-15 per i padroni di casa. La seconda frazione si apre con Sakinis che punisce la difesa ospite prima che Casuscelli vada in lunetta dopo due falli subiti e Meschini si iscriva a referto con un tre su tre ai liberi in successione. Speziali è bravo a sfruttare un paio di amnesie difensive avversarie e fissa il punteggio sul più 6 ospite 27-33.

Ad inizio terzo quarto è Meschini a salire in cattedra, due in penetrazione e una bomba per allungare. Foligno però dopo un time out colpisce con Tosti in contropiede e sfruttando con costanza Nikoci che da sotto fa valere i suoi centimetri e schiaccia anche direttamente da rimbalzo. La Sicoma non si scompone e torna davanti sul più 8 a fine quarto: 43-51. Nell’ultimo periodo non mancano le emozioni: dopo la bomba di Meschini sono Anastasi e Camacho da lontanissimo a ricucire lo svantaggio. L’intensità cresce come gli errori e le palle perse da entrambi i lati. Valdiceppo trova in Ouedraogo punti importanti in sequenza nel pitturato esaltando gli ospiti.

Ci pensa di nuovo Camacho, tra i più positivi dei suoi, a far riavvicinare Foligno con 6 punti di seguito. A tre minuti dalla fine capitan Casuscelli gestisce bene il pallone per i suoi in attacco. Un positivissimo Marchionni si fa trovare pronto e va a segno con un libero imitato da Meschini che poi forza la persa di Tosti con una buona difesa. E’ Peychinov a recuperare e siglare il 63-66 con un viaggio in lunetta. Ultimi 5 secondi, rimessa disegnata da coach Sansone: Palla in angolo per Camacho per lo step-back della disperazione. Il tiro si ferma sul secondo ferro ed è la Sicoma ad esultare.

Un derby intenso e deciso nel finale nel quale dopo una partenza lenta Grosso e i suoi sono stati capaci di comandare il match fino alla fine. A Foligno il merito di averci provato fino all’ultimo reagendo con buona personalità. Soddisfazione per Coach Formato: mi sono piaciuti i miei ragazzi, hanno rispettato il piano partita su cui ci siamo allenati in settimana e siamo stati bravi a rimanere nella partita anche dopo una partenza difficile. Meschini ha saputo rimanere collegato nonostante i 2 falli iniziali riuscendo ad essere molto efficace nella seconda parte di gara.

Anche Paychinov ci ha dato una grandissima mano sui due lati del campo supportato da un Florian Ouedraogo preciso e intenso per lunghi tratti. Speziali poi ha coniugato grande aggressività in difesa e ottime soluzioni in attacco e si è dimostrato fondamentale per noi. Dopo tre vittorie nelle prime tre gare di campionato, in arrivo al palacestelini la Sutor Montegranaro costruita per vincere e ben allenata da coach Ciarpella, vero esame per la Sicoma Valdiceppo.

Ubs Foligno Basket - Valdiceppo Basket 63-66

Lucky Wind Foligno: Anastasi 10, Tosti G. 7, Rath 5, Mariotti 6, Camacho 12, Nikoci 6, Marchionni 10, Saikinis 7, Tosti F., Di Titta, Guerrini NE, Marani NE, all. Sansone.

Sicoma Valdiceppo: Speziali 11, Meschini 22, Casuscelli 10, Peychinov 8, Ouedraogo 15, Anastasi, Grosso, Burini, Okon, Quondam, Ciancabilla NE, Landrini NE, all. Formato.

Parziali: 15-10; 12-23; 16-18; 20-15.

Ufficio Stampa Basketacademy.it

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: