Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Basket Maceratese fa visita ai Fochi Pollenza, un derby tra tanti ex

Quarta del campionato di serie D con l’ABM che andrà a far visita agli errabondi Fochi in quello che si profila come il match clou di giornata. I padroni di casa si pongono infatti come una delle squadre meglio attrezzate per qualità e profondità del roster come peraltro dimostrano i risultati fin qui ottenuti: due vittorie su tre gare con l’unica sconfitta arrivata sul campo dell’ottima Pedaso nonostante il gran numero di defezioni che affligge la squadra di coach Luciani dall’inizio del campionato.

Particolare la storia della squadra costruita dal presidente Mazzoleni, nata a Tolentino poi emigrata a Morrovalle ed oggi di stanza a Pollenza dove sembra abbia finalmente trovato una casa propria con la possibilità di organizzarsi al meglio la stagione. La conseguenza più immediata è stata la costruzione di una signora squadra col rinnovamento dello staff tecnico ed alcuni acquisti mirati al miglioramento presente ma con uno sguardo al futuro prediligendo giovani con ampi margini di miglioramento.

Coach Luciani, affiancato da Andrea Kasperskyy come vice, ha quindi oggi a disposizione un mix tra esperienza e freschezza davvero interessante con molteplici armi a disposizione, i fratelli Mazzoleni, Scocco, Ciferri, Vignati, Cingolani, Uncini e appunto i giovani Luciani e Grande sono tutti giocatori in grado di tenere benissimo il campo e magari anche di cambiare le partite; tra l’altro sono moltissimi i ragazzi che negli anni scorsi hanno militato in compagini maceratesi anche se il vero “derby” sarà quello tra allenatori visto che i due erano insieme tre stagioni orsono all’ABM e alla partenza di coach Palmioli, pur col breve interregno di Andrea Gnecchi, è stato coach Luciani a prendere il testimone per poi restituirlo all’inizio di quest’annata.

I biancorossi per difendere imbattibilità e testa della classifica dovranno fornire una prestazione maiuscola partendo come sempre dalla difesa, vero marchio di fabbrica, ma cercando di essere più efficaci in fase offensiva; le percentuali di tiro infatti, dal campo e della lunetta, sono state ad oggi le note negative più significative nelle partite disputate, un miglioramento in tal senso potrebbe portare ad un approccio più semplice alle gare.
Si gioca venerdì 26 alla palestra comunale di Pollenza con palla a due a alle 21,30, arbitreranno i signori Balacco e Shewtshenko.

Ufficio Stampa Basket Maceratese

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: