Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Nuovo Basket Fossombrone trova due punti d'oro sul campo del Bramante Pesaro

Bramante e Fosso danno sempre vita a derby accesi, magari non bellissimi, ma ricchi di agonismo e di finali al cardiopalma. Anche questa volta il risultato è rimasto in bilico fino all'ultimo ma i biancoverdi sono riusciti a spuntarla grazie ad una maggior concentrazione negli istanti finali. Solito avvio incerto dei nostri e dopo 5' il tabellone recita un impietoso 13-3: Bertoni 'giganteggia' nel verniciato e Giampaoli và a segno dall'arco. Per il Fosso una sola tripla di Federici.

Sembra il preludio ad una serata storta ma Giordani, come fatto domenica scorsa con Perugia, getta nella mischia Nobilini, Clementi e KD Bamba. Il primo mette forte pressione sulla palla; il secondo attacca con cattiveria ed il terzo intimorisce gli avversari in difesa. Si creano spazi per Luca Savelli e Ravaioli e lo strappo è ricucito (15-12).
Gnaccarini e soci non ci stanno e il Bramante torna a +9 (33-24 dopo 18'). Prima dell'intervallo i biancoverdi mettono a segno 3 lampi consecutivi in pochi secondi: 2+1 di Federico Savelli, tripla di Ravaioli e Cicconi in lunetta (33-31). È proprio Cicconi a cambiare faccia al match, diventando dominatore assoluto dell'area (18 punti, 7/9 dal campo, 11 rimbalzi, 1 recupero e 8 falli subiti, 29 valutazione) e portando per la prima volta il Fosso avanti (37-38 dopo 23').

La Bartoli Mechanics inizia a trovare fluidità in attacco e mette forte pressione sul mortifero Giampaoli (22,5 punti di media a partita), costringendolo a prendersi tiri forzati o contestati (8 punti, 3/12 dal campo).
Strepitoso il coast-to-coast di Beligni che stoppa Terenzi e vola dall'altra parte ad appoggiare a tabellone il +5 biancoverde. Si viaggia punto a punto per 8 minuti. Una leggerezza di Cicconi che commette antisportivo su Gnaccarini con 1'26" da giocare, regala ai locali il pareggio (59-59).

Nessuno, però, ha fatto i conti con la voglia di vincere dei nostri, in particolare con quella di Ravaioli che prima segna dalla media e poi guadagna un fallo di sfondamento (59-63 con 28" da giocare), chiudendo il match. La Bartoli Mechanics c'è, fa squadra nelle difficoltà e, nonostante l'assenza di De Angelis, riesce un'altra volta a rimontare una situazione difficile, su un campo ostico, contro avversari di valore. Domenica alle 18 arriva Matelica. Un altro avversario di grande caratura che vuole ad ogni costo strappare i 2 punti. Grazie al nostro caloroso pubblico che ha trasformato il PalaGalilei nel campo di casa.

Pesaro: Gnaccarini 16, Tognacci 2, Gamberini 9, Bertoni 9, Giampaoli 8, Giunta 6, Galdelli, Centis, Curcio ne, Bonci ne, Terenzi 5. All. Nicolini

Fosso
: Luca Savelli 6, Riccardo Ravaioli 8, Filippo Cicconi Massi 18, Federico Savelli 11, Brandon Federici 4, Tommaso Barzotti ne, William Clementi 13, Edoardo Santi ne, Tommaso Beligni 4, KD Bamba, Simone De Angelis ne, Alberto Nobilini. All. Giordani

Parziali
: 15-12, 33-31, 47-51, 59-65.

Pagina Facebook Nuovo Basket Fossombrone Fan

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: