Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Unibasket Pescara attende la visita del Porto Sant'Elpidio Basket

Un mese lunghissimo. Un mese di lontananza dal Pala Aterno Gas&Power di Pescara, dovuto a un calendario particolarmente ostico, ulteriormente complicato dal ritiro del Basketball Lamezia. L'Unibasket Pescara ha affrontato così tre trasferte consecutive, che non hanno permesso ai ragazzi del presidente Carlo Di Fabio di riabbracciare i propri tifosi, gli stessi che avevano affollato il palazzetto alla prima giornata come se fosse una gara di playoff.

Dopo un mese, così, l'Unibasket Amatori Pescara torna tra le mura amiche per affrontare la Malloni Basket Porto Sant'Elpidio. Si affrontano squadre che hanno ottenuto sul campo due vittorie in campionato. La squadra marchigiana quest'anno ha ridotto il budget dopo stagioni in cui aveva fortemente investito e aveva portato nelle Marche giocatori di altissimo livello per la categoria (Zanotti, Maggiotto, Lovatti, giusto per citarne alcuni). La stretta alle spese, però, non ha ridotto la competitività della squadra, che ha costruito un roster molto solido, ben allenato da coach Schiavi, alla terza esperienza nella città del Porto. L'allenatore ha portato con sé da Valdiceppo l'esterno Marchini, che sta realizzando addirittura 19 punti di media. Già in doppia cifra di media anche il play Giammò, Mazic e Divac.

Pescara, dal canto suo, deve rimettere la marcia giusta dopo due sconfitte, seppur molto diverse tra loro, subite su due campi da categoria superiore come quelli di Chieti e San Severo. Nel derby, Pescara ha subito un pesante blackout all'inizio del terzo quarto, che ha deciso il match a sfavore degli adriatici. Una doccia fredda che il presidente Carlo Di Fabio aveva definito salutare, per rimettere i piedi per terra e lavorare sulle mancanze della squadra. Già a San Severo, infatti, di nuovo in trasferta, contro la corazzata del campionato, l'Amatori ha offerto una prestazione di livello, dimostrando di potersela giocare con tutte sia in casa che fuori. Ora, però, è il momento di monetizzare il valore della squadra e tornare a ogni costo a fare punti.

Coach Rajola: "Finalmente si torna tra le mura amiche! Una lontananza davvero lunga, soprattutto dopo che all'esordio avevamo giocato davvero una bella partita. Speriamo di riprendere da dove abbiamo lasciato alla prima giornata: abbiamo tanta voglia di riabbracciare i nostri tifosi, giocare una bella partita e tornare a vincere. Di certo il calendario non ci ha aiutato ma questo ci trasmette tanta voglia. Giochiamo contro un avversario tosto, che ha perso due partite in maniera rocambolesca contro squadre ostiche come Fabriano e Giulianova, dimostrando di potersela giocare con tutte. Massimo rispetto per i nostri avversari di giornata ma dobbiamo ricominciare a vincere e divertire il nostro pubblico".

Il weekend 3/4 Novembre è uno dei quei fine settimana che offre la straordinaria possibilità di godersi in casa sia l'Unibasket Lanciano che l'Unibasket Pescara. La prima giocherà nella città frentana sabato alle 18:30 contro l'Ubs Foligno. Cukinas e compagni sono ancora imbattuti e vogliono continuare a viaggiare con il vento in poppa per esaltare il pubblico cittadino. A Pescara, appuntamento domenica al Pala Aterno Gas&Power alle ore 18:00.

Ufficio Stampa Unibasket Lanciano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: