Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Prima sconfitta per la Poderosa Montegranaro, l'analisi di coach Pancotto e di Valerio Amoroso

La Poderosa Montegranaro cade in casa contro la Bakery Piacenza e subisce la prima sconfitta di questo campionato. Queste le parole in sala stampa di coach Cesare Pancotto e di capitan Amoroso, raccolte dall'ufficio stampa della socetà gialloblu:

Coach Pancotto "Inizio facendo i complimenti alla Bakery che ha fatto una partita intelligente. Green, Crosariol e via via tutti gli altri, con la loro esperienza e la loro bravura, sono stati superiori alle nostre volontà. Avremmo dovuto difendere meglio di come abbiamo difeso, prova ne è il fatto che abbiamo commesso un solo fallo nell’ultimo quarto. Dovevamo avere ritmo e capacità di colpirli ma non ci siamo riusciti perché per generosità abbiamo voluto fare tutto e subito. Non a caso all’intervallo eravamo a +5 ma con una valutazione di 47-25. Dobbiamo ricordarci sempre che la partita dobbiamo costruirla come squadra. È mancata la continuità ma di fronte alle difficoltà che abbiamo trovato siamo pronti a fare il prossimo step per crescere ancora."

Valerio Amoroso "Una brutta partita. Abbiamo giocato come sempre solo che oggi non entrava. Ma se altre volte quando non entrava riuscivamo a tenere in difesa, oggi non siamo riusciti neanche a fare quello. Forse eravamo un po’ stanchi, io sicuramente ero un po’ sottotono. Abbiamo messo poca energia: quando dovevamo picchiare sportivamente parlando non siamo riusciti a farlo, in particolar modo quando entravano le loro seconde linee. Se poi giocatori con il loro talento li lasci giocare è logico che vada a finire così."

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: