Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

I protagonisti del campionato, intervista a Riccardo Rombi esterno del Basket Todi

Uno dei protagonisti non solo dell'incredibile vittoria del Basket Todi sul campo della Taurus Jesi dopo due tempi supplementari, ma anche dell'ottimo inizio di stagione della squadra umbra, è senza ombra di dubbio Riccardo Rombi, playmaker classe 1997, che in queste prime cinque giornate ha prodotto quasi 17 punti di media a partita.

- Ciao Riccardo, non possiamo non iniziare dalla vostra vittoria conquistata a Jesi dopo ben 50 minuti di battaglia.
"E' stata una partita estenuante ed infinita, nella quale le due squadre si sono affrontate a viso aperto senza alcuna remora. Gli attacchi hanno prevalso spesso sulle difese e questo ha reso l'incontro spettacolare. Il nostro merito principale è stato quello di non esserci mai disuniti nelle difficoltà, e di essere stati sempre bravi a reagire tirnado fuori grinta e caparbietà. Abbiamo vinto la partita tutti insieme, e questo ci da grande fiducia in vista dei prossimi appuntamenti."

- Una vittoria arrivata in questo modo sembra aver chiuso un cerchio iniziato con la tremenda sconfitta subita ad Assisi nella prima giornata.
"E' vero, è come se con questo successo ci siamo messi definitivamente alle spalle quella partita. E' stata una sconfitta che a noi ha insegnato tantissimo, una partita nella quale non abbiamo messo quella determinazione e quella voglia di vincere che avremmo dovuto avere. In queste prime cinque partite abbiamo dimostrato che abbiamo la possibilità di segnare 121 punti in una singola gara, ma allo stesso tempo, se non affrontiamo ogni partita con la massima attenzione, possiamo anche perdere contro chiunque."

- Sono passate solo cinque giornate, ma che idea ti sei fatto di questo campionato?
"Mi sembra un campionato molto competitivo ed equilibrato, nel quale abbiamo la possibilità di confrontarci con squadre che non abbiamo mai incontrato. E' sicuramente una competizione molto motivamente che ti spinge a migliorarti settimana dopo settimana, non vedo una squadra in grado di dominare la stagione, per cui credo che la maggior parte dei verdetti si deciderà solo alla fine."

- Quale pensi possa essere il vostro obiettivo?
"Io sono sicuro che noi abbiamo tutte le possibilità per fare bene. Siamo un bel mix di atleti più esperti e di giovani interessanti, e credo che abbiamo tutte le possibilità di arrivare tre le prime quattro squadre in classifica. Siamo ancora in una fase di crescita e stiamo costruendo la nostra identità, per cui adesso dobbiamo tenere i piedi per terra, la testa bassa e pensare solo a lavorare; ma rimango molto fiducioso."

- Domenica riceverete quella che è l'unica squadra imbattuta del campionato, la Pallacanestro Urbania. Che partita ti aspetti?
- Una sfida molto fisica ed intensa. Durante questa settimana stiamo conoscendo i nostri avversari, ma al di là di tutto sono sicuro che ce la giocheremo. Dovremo essere bravi ad indirizzare la partita verso quelli che sono i nostri punti di forza, senza dimenticare che giocheremo in casa e potremo contare sull'apporto dei nostri tifosi, che è sempre molto importante."

- Avete avuto una prima parte di calendario molto difficile, dopo la partita contro Urbania gli impegni sulla carta dovrebbero essere un pò più semplici. Una ghiotta occasione per scalare ulteriori posizioni in classifica.
"Non dobbiamo pensare a queste cose, ma ragionare partita dopo partita pensando solo a dare il massimo. Sulla carta gli impegni possono apparire più facili, ma questo campionato ha già dimostrato che si può perdere contro chiunque. Adesso pensiamo ad Urbania, poi ci prepareremo per gli appuntamenti che seguiranno."

- Quali pensi possano essere le squadre favorite per vincere la regular season?
"Come dicevo prima non vedo squadre in grado di dominare il campionato. Sicuramente Assisi è un roster molto forte, che ha tutte le possibilità di fare bene. Tra le squadre che abbiamo già incontrato anche Fermignano mi ha fatto un'ottima impressione, e penso che possa essere competitiva fino alla fine."

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: